La Bce non cambia la forward guidance. Draghi: "Tassi bassi a lungo"

Share

La Banca centrale europea ha lasciato i tassi d'interesse invariati: il tasso principale resta fermo allo 0%, quello sui prestiti marginali allo 0,25% e quello sui depositi a -0,40%.

Il Consiglio direttivo della Bce continua a prevedere che i tassi di interesse rimarranno ai loro livelli attuali per un lungo periodo di tempo e "ben oltre l'orizzonte degli acquisti netti di attività", ossia il programma di quantitative easing.

L'euro supera di slancio quota 1,25 dollari per la prima volta dal dicembre 2014 durante la conferenza stampa post-riunione del board a Francoforte del presidente della Bce Mario Draghi.

La Bce è rimasta ferma su tutta la linea oggi in una riunione che si preannunciava infatti interlocutoria, se non fosse per il rapido apprezzamento dell'euro che ha visto negli ultimi giorni la moneta unica superare anche la soglia di 1,24 contro il dollaro.

"2018, o anche oltre se necessario, e in ogni caso finché non si riscontrerà un aggiustamento durevole dell'evoluzione dei prezzi coerente con l'obiettivo di inflazione".

Andrea Iannone: Ecco la casa in cui vivrò con Belen
La romana si è fatta subito notare per la sua schiettezza e ha conquistato Andrea, uscendo mano nella mano dal programma. A dare una panoramica del tavolo è arrivato un video in cui viene immortalato un bel bacio tra Cecilia e Ignazio .

Peraltro la Bce ribadisce se "le prospettive diverranno meno favorevoli, o se le condizioni finanziarie risulteranno incoerenti con ulteriori progressi verso un aggiustamento durevole del profilo dell'inflazione" di essere pronta a incrementare il programma "in termini di entita' e/o durata".

Draghi, la crescita dell'Eurozona è robusta - "I dati che abbiamo confermano che la crescita nell'eurozona è robusta".

"Un notevole stimolo monetario è ancora necessario per sostenere l'inflazione nel medio termine", ha aggiunto.

Draghi ha precisato che "questa preoccupazione andava oltre il semplice tasso di cambio e riguardava lo stato generale delle relazioni internazionali in questo momento". Le Borse europee si confermano positive guidate proprio da Milano, dove il Ftse Mib avanza dello 0,6% a 23.766 punti.

Share