La Stampa: "Bufera Milan, inchiesta sulla vendita". "Nuova tegola su Berlusconi"

Share

Così titola stamattina La Stampa di Torino, dando notizia di un'inchiesta che ipotizza una cessione della società a prezzo gonfiato e il successivo rientro di una "cifra sostanziosa". Il Milan nell'aprile 2017 è passato dalle mani del leader di Forza Italia all'imprenditore cinese Yonghong Li.

E' "bufera" sul Milan come scrive in prima pagina l'edizione odierna de La Stampa, c'è un'inchiesta sulla vendita del Milan ai cinesi: "Il sospetto di una vendita gonfiata: una cifra fuori mercato pagata attraverso canali internazionali". "Nuova tegola giudiziaria sulla campagna di Berlusconi", aggiunge il quotidiano. Se le ipotesi della procura fossero confermate, si configurerebbe uno dei più gravi reati di natura finanziaria, il riciclaggio appunto, che prevede una pena che oscilla tra i 4 e i 12 anni di reclusione.

Maiale a Roma tra i rifiuti , la capitale indignata
La Romanina infatti "è zona extra Grande raccordo anulare e ci sono ancora zone di campagna, piccoli orti e fattorie" . Il maiale a Roma che è stato fotografato a Roma ha destato lo choc di molti, che subito si sono smossi su social.

Inchiesta sulla vendita del Milan? Da lì erano partite una serie di verificheper accertare il percorso dei flussi finanziari. Nell'articolo firmato da Emilio Randazio si racconta che la Procura di Milano avrebbe avviato l'indagine dopo aver constatato che la vendita del Milan era avvenuta ad un prezzo di almeno 300 milioni di euro (su 720) superiore al reale valore della società. Poche settimane fa, invece, sarebbe stata aperta l'inchiesta: alla base "ci sarebbero nuovi documenti che dimostrerebbero esattamente il contrario". Anche sulle attività economiche dell'attuale presidente Li, poi, sono stati avanzati seri dubbi: un'inchiesta del New York Times ha dimostrato l'assoluta inconsistenza del suo impero economico e i presunti legami con operazioni - condotte da alcuni membri della sua famiglia - illegali.

Share