Milan, Gattuso: "Restare qui non è la priorità"

Share

"Qui mi sento a casa e sento grandissime responsabilità". Deve pedalare e arriverà il suo momento. Dove può arrivare? Deve interpretare il ruolo della mezzala con tre/quattro concetti più corretti, può farlo e ha qualità fisiche e tecniche, si deve far trovare pronto. E' giusto che rimanga e che cresca con noi non con altri. "Ci vorrà una grande partita per portare a casa un risultato positivo".

"Era un ragazzo che si faceva voler bene da tutti". Poi aveva la dote di farsi amare. "Una volta ci ho giocato contro e non mi ha mai fatto vedere la palla, ho chiesto il cambio". "E' un bel mestiere questo, peccato ci sia la gara il sabato o la domenica".

SULL'ATTACCO: 'Stiamo facendo qualcosa sul singolo giocatore per farli migliorare. Bisogna lavorare, gli attaccanti quando la buttano dentro con continuità è anche una questione mentale. Dopo il primo errore andiamo in difficoltà e su questo dobbiamo migliorare. Suso? Mi e' piaciuto vederlo in fase di transizione. Un Gattuso che durante la sosta ha lavorato forse più di tutti, mantenendosi in forma, per dare anche l'ennesimo buon esempio ai propri calciatori. Ma l'imprecisione e la poca cattiveria regnano sovrane, visto che la media è di una rete ogni 44 tentativi, troppo per una squadra che dovrebbe ambire ai primi posti in classifica e che vanta un parco attaccanti comunque molto forte. "Tra me e Max c'è ancora un abisso".

Il Milan non può permettersi di sbagliare, ma Rino Gattuso sa quanto è importante vincere anche fuori casa per raggiungere gli obiettivi.

Napoli, Koulibaly 'affonda' Verdi: che frecciata all'attaccante del Bologna
Il difensore del Napoli Koulibaly non mette limiti alle ambizioni del Napoli in questa stagione, che vede quanto mai pronto per puntare al titolo.

Sul mercato: "Contentissimo di lavorare con questa squadra, so che possono dare di più". Il tempo lo dirà, io voglio solo lavorare con tranquillità, lavorare giorno dopo giorno e poi vedremo. Non vado a dormire con il pensiero "Spero di rimanere, spero di rimanere". "I nomi sono quelli che stanno circolando, quello che ha le richieste più concrete è Gustavo Gomez dal Boca". "Serve un Milan che sappia battere colpo su colpo".

ANCORA SULLA SOSTA: 'Avevamo bisogno di riposo, a livello mentale e fisico.

BIGLIA - "Non mi piace parlare del singolo, mancherei di rispetto a Montolivo e Locatelli". A proposito di mercato: "Sono contento della rosa, ora conosco meglio i ragazzi e non ha senso cambiare per cambiare. Tutti i giocatori sono importanti, non sono io che scopro il valore di Biglia, non gioca per sbaglio nella Nazionale argentina".

Sul Cagliari: "Quando riparte fa male, hanno giocatori giovani e rapidi". La squadra si è presentata bene, siamo soddisfatti della professionalità.

Share