Milan, la Figc chiede la prova tv. Stangata in arrivo

Share

La stagione sta cambiando in meglio, la squadra sta risalendo in classifica e nel 2018 ha conquistato 9 punti su 9 in campionato. Complinenti a Gattuso. Attaccarsi al gol di mano di Cutrone che in campo nessuno ha visto è sbagliato. I rossoneri piegano (2-1) la tostissima Lazio (nel primo dei due match a distanza ravvicinata, si replica mercoledì sera nella semifinale d'andata di Coppa Italia) il cui demerito è stato quello di aver sprecato tanto nella ripresa. Che oggi come mai sorridono al Ringhio nazionale. Al 32' Luis Alberto ha colpito una traversa spettacolare con un destro potente dalla distanza. Il Diavolo è vivo, ha personalità, e al 44' torna avanti dopo un'altra grande azione: cross al bacio di Calabria e incornata in corsa di Bonaventura. Donnarumma è chiamato al super intervento su un colpo di testa di Milinkovic Savic che prende l'ascensore per incornare.

L'intesa tra Calhanoglu e Bonaventura cresce, tocchi di fino e giocate in velocità, da quella parte ci si diverte, meno invece sul lato destro dove Suso si sbatte ma non riesce ad essere incisivo. Nel finale il Milan soffre, rischia (Lulic fallisce il pareggio), ma resiste portando a casa il bottino pieno.

Serie A, Cutrone: "Dispiace venga messa in discussione la mia onestà"
O su suggerimento dei due addetti ai monitor e alle immagini, che dovrebbero essere capaci di spulciare fra le pieghe dei frame. L'obiettivo è dare il massimo in tutte le competizioni, dovrò essere bravo a gestire le forze dei miei ragazzi".

TRE Le vittorie consecutive del Milan in Serie A. Era da marzo 2017 che non accadeva. (Gabriel, A. Donnarumma, Kalinic, Borini, Locatelli, Musacchio, Zapata, Montolivo, Paletta). All. (25 Vargic, 23 Guerrieri, Patric, 5 Lukaku, 13 Wallace, 22 Caceres, 8 Basta, 66 Jordao, 96 Murgia).

Arbitro: Irrati di Pistoia 4. Ma i tifosi rossoneri non dimenticano nemmeno la rete di mano di Adriano nel derby della Madonnina. Calhanoglu crea costante apprensione a Marusic e Bastos, mentre Kessie e Biglia annullano Milinkovic.

Share