Mirabelli: "Mercato drogato. Bonucci non è in vendita"

Share

Le dichiarazioni odierne del dirigente rossonero Massimiliano Mirabelli: "Abbiamo attraversato un periodo abbastanza difficile ma abbiamo iniziato bene il nuovo anno". C'era grande entusiasmo, poi i risultati lo hanno drasticamente diminuito. Ma non abbiamo fatto un grande lavoro solo in entrata: abbiamo perfezionato rinnovi importanti come Donnarumma, Cutrone e Calabria che per noi contano tantissimo.

Ai microfoni di Milan TV, Massimiliano Mirabelli ha parlato così nel post gara di Milan-Crotone: "Vittoria importante. Bonucci non è in vendita". "In estate abbiamo acquistato tanti giocatori, e la nostra intenzione è quella di trattenerli, anche perché la loro età è medio-bassa". Sono voci assolutamente infondate, abbiamo fatto tanti sacrifici per prendere Leo e altri, abbiamo solo la necessità di far si che possano diventare al più presto una squadra.

TANTI SOLDI, NON È VERO - "Vorrei ricordare che quando si parla di mercato sarebbe opportuno fare una riflessione e una analisi". Il mercato è drogato da cifre folli. Noi abbiamo acquistato dei giocatori al prezzo giusto e il loro valore è rimasto tale. "Per il mercato di oggi vale tantissimo anche per la Nazionale. Se vai in Europa League o Champions puoi accelerare questa situazione ma se non ci vai non vuol dire che dovremo smantellare".

Mantova, scuolabus con 50 bambini a bordo finisce fuori strada: 23 feriti
Stando a quanto riportato dall'Areu, il servizio regionale che coordina il 118, i feriti sarebbero 23 , di cui nessuno grave. Oggi, lunedì 8 gennaio, intorno alle 13 un autobus si è ribaltato lungo la ss10.

Mirabelli conferma la fiducia in Gennaro Gattuso e per adesso non si pensa ad altri allenatori, anche se molti si aspettano un cambio per la prossima stagione: "Ha grandissime qualità, non è stata una scelta di ripiego". L'ho voluto fortemente alla Primavera, l'ho visto lavorare. "E' sempre presente anche se molto lontana e se mai avremo dei paletti dalla Uefa, non sono per colpa di questa nuova gestione".

Ma basta guardare come vengono gestite le questioni più spinose, ormai all'ordine del giorno, per rendersi conto che in realtà la schiena dritta su cui tanto si ironizza sui social, altro non è che orgoglio, pericolosissimo orgoglio.

Share