"Missile in arrivo, fuggite": sms (falso) manda nel panico le Hawaii

Share

Migliaia le persone che hanno condiviso il messaggio sui social, su Twitter in particolare.

Un crimine più che un errore perché siamo di fronte al classico gridare "al lupo, al lupo" a vuoto e che può rendere inutili questi dispositivi automatici nel caos di una minaccia autentica in uno Stato che ospita le principali basi militari Usa dell'intero oceano Pacifico.

Sui telefonini dei residenti e dei turisti alle Hawaii è arrivato lo spaventoso messaggio automatico di allerta che avvisava "E' imminente l'arrivo di un missile balistico alle Hawaii. Se state guidando accostatevi al lato della strada e restateci e cercate riparo in un edificio e sdraiatevi sul pavimento".

Pianura, 57enne ferita da un colpo d'arma da fuoco
Sul posto sono arrivati i carabinieri che ritengono che la donna sia stata colpita da un proiettile di rimbalzo . Un raid che per poco non ha ucciso una donna che con la camorra non ha nulla a che fare.

Dopo pochi minuti il messaggio è stato dichiarato un falso allarme dall'Agenzia statale per le emergenze. "Minaccia missilistica balistica in entrata alle Hawaii".

L'Hawaii Emergency Management Agency più tardi ha confermato che non vi era alcuna minaccia. Secondo il giornale locale, Honolulu Star, i funzionari deputati a gestire questo tipo di emergenze avrebbero inviato l'sms per errore. nelleHawaii c'è il comando delle forze armate Usa del Pacifico. Secondo alcuni esperti un missile di Kim Jong-un potrebbe colpire le isole statunitensi entro 20 minuti dal decollo.

Share