Nasce tra i giovani il "Tide Pods Challenge": ingerire detersivo per lavatrici

Share

"Masticare una capsula di detersivo per lavatrici e postare il video dell" impresa' sui social, è questa la sfida. La sfida, inoltre, viene ripresa e successivamente condivisa sui social, spingendo altri giovani all'emulazione.

"È una follia - commenta Ann Marie Buerkle, a capo della Consumer Product Safety Commission - visto che l'ingestione delle capsule, che contengono etanolo e perossido di idrogeno, può essere fatale". Si tratta di una nuova sfida ai limiti dell'umana ragione, chiamata "Tide Pod Challenge", che gli adolescenti provano pur di diventare "virali".

Multe auto, da febbraio saranno notificate tramite mail certificata (PEC)
Se la multa via PEC non è possibile per una causa non imputabile all'automobilista, questi riceve il verbale per posta ordinaria. Per il destinatario dal momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna completa del messaggio via Pec .

Basti solo pensare che lo scorso anno erano stati segnalati 220 casi di intossicazione tra i teenager, di cui il 25% riconducibile al challenge, di cui esistono molti video sui social in cui si vedono le capsule che vengono mangiate o comunque tenute in bocca fino a far uscire del sapone. Sempre negli Usa, inoltre, sono stati registrati almeno dieci morti a causa dell'ingestione di capsule di detersivo, di cui due bambini e otto anziani con demenza. L'ingestione delle capsule può portare a vomito, difficoltà respiratorie e perdita di coscienza, con i sintomi più gravi per le persone che hanno delle malattie precedenti. "Quello che è cominciato come un gioco ora si è spinto troppo oltre", fanno sapere dalla Commissione sulla Sicurezza dei Beni di Consumo.

Alcune associazioni di consumatori statunitensi hanno chiesto alla Tide e a tutte le aziende che producono le capsule di detersivo per lavatrici di cambiare l'aspetto del prodotto, cioè renderlo meno "attrattivo" evitando di utilizzare colori brillanti.

Share