Nel 2017 l'inflazione torna positiva: crescita dell'1,2%. Carrello della spesa a +1,5%

Share

La variazione media annua dell'indice generale dei prezzi al consumo per l'intera collettività nazionale nel 2017 (+1,2%), può essere suddivisa, spiega l'Istat, in due componenti: la prima (il cosiddetto trascinamento dal 2016 al 2017) è pari a +0,4% e rappresenta l'eredità del 2016.

Secondo l'ufficio statistico Destatis, nel mese in esame, i prezzi al consumo sono saliti dello 0,6% su base mensile come stimato dagli analisti e confermando la lettura preliminare, fornita lo scorso mese.

Per quanto riguarda il mese di dicembre, segnala l'Istat, la stabilità dell'inflazione è diffusa tra le diverse tipologie di prodotto. Fanno eccezione i prezzi dei servizi di trasporto (+2,8%, da +2,2% di novembre).

Capitale Cultura 2020. "Presto si conoscerà il nome del vincitore"
Il nostro obiettivo è raggiunto.l' italia finalmente conosce la capitale della cultura del riscatto. La città vincitrice rappresenterà per un anno l'offerta culturale e turistica nazionale.

A incidere sulla crescita dell'1,2% dei prezzi nell'intero 2017 sono in particolare gli aumenti dei trasporti (+3,4%, invertendo la tendenza rispetto all'anno precedente quando la variazione era risultata pari a -1,4%) e dei prodotti alimentari e delle bevande analcoliche (+1,9%, in marcata accelerazione rispetto a +0,2% del 2016). In questo quadro, l'inflazione di fondo, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, sia quella al netto dei soli beni energetici confermano le stesse variazioni registrate nel mese precedente (rispettivamente +0,4% e +0,6%).

Su base annua, la crescita dei prezzi dei beni si riduce a +1,1% (da +1,3% di novembre) mentre il tasso di crescita dei prezzi dei servizi accelera di un decimo di punto percentuale (+0,6% da 0,5%). Su base annua, poi, l'inflazione è avanzata di un +1,7% che ha confermato sia il consensus che il dato precedente.

Share