Oprah Winfrey e il #metoo ai Globes, forse corsa verso presidenza

Share

Oprah nel suo discorso ha menzionato anche Recy Taylor. Pubblichiamo il suo intervento.

Una bambina che guarda la storia Nel 1964 ero una ragazzina seduta sul pavimento di linoleum della casa di mia madre a Milwaukee e guardavo Anne Bancroft annunciare l'Oscar come miglior attore ai 36esimi Academy Awards. Sul palcoscenico salì l'uomo più elegante che abbia mai visto. La sua cravatta era bianca, la sua pelle ovviamente nera. Non avevo mai visto un uomo nero celebrato in quel modo. Ma tutto quello che posso fare è citare e dire che la spiegazione è nella performance di Sidney nel film I gigli del campo: "Amen, amen, amen, amen". "Amen, amen". Nel 1982, Sidney ricevette il Cecil B. DeMille Award giusto qui ai Golden Globes. "E spero solo che Recy Taylor sia morta sapendo che la sua verità - come la verità di cosi tante altre donne che sono state tormentate in questi anni, e che lo sono anche ora - sta andando avanti".

Vorrei ringraziare l'Hollywood Foreign Press Association perché sappiamo tutti che la stampa è assediata in questi giorni. "È l'insaziabile voglia di ricercare la verità che ci impedisce di chiudere gli occhi di fronte alla corruzione e all'ingiustizia.Davanti ai tiranni e alle vittime, ai segreti e alle bugie".

Salvini: L'abolizione della Legge Fornero si "copre" facendo lavorare i giovani
Per Cicchitto l'equilibrio finanziario entrerebbe in crisi anche se venisse introdotto il reddito di cittadinanaza del M5S. A seguire quelle che sono le misure più citate nel recente passato dagli esponenti politici del Centrodestra.

"Voglio dire che apprezzo la stampa più che mai mentre navighiamo questi tempi difficili". "E quando il nuovo giorno finalmente sorgerà, sarà perché tantissime magnifiche donne, molte delle quali sono qui questa sera, ed alcuni uomini fenomenali, avranno lottato duro per fare sì che siano loro i leader che ci porteranno in un'epoca in cui nessuno dovrà di nuovo dire 'me too'", ha concluso riferendosi al movimento di denuncia delle molestie sessuali. E sono particolarmente orgogliosa e ispirata da tutte le donne che si sono sentite abbastanza forti da riuscire a condividere le loro storie personali. "Le cose cambieranno anche grazie alle storie che raccontiamo" ha detto Nicole Kidman, dopo aver ritirato il premio per Big Little Lies. E quest'anno abbiamo fatto la storia. E' una storia che trascende ogni cultura, i confini geografici, la razza, la religione, la politica e il luogo di lavoro. Un caso su cui non è mai stata fatta giustizia. Sono collaboratrici domestiche e lavoratrici di campagna; lavorano nelle fabbriche e nei ristoranti; sono accademiche e ingegneri, medici e scienziate; sono parte del mondo della tecnologia, della politica e degli affari; sono le nostre atlete alle Olimpiadi e i nostri soldati nelle forze armate. Una donna di colore che nel 1944 venne rapita e violentata da sei uomini bianchi.

All'attrice le sono bastati dieci minuti per entrare nella storia dei Golden Globes. Gli uomini che hanno cercato di distruggerla non sono mai stati indagati. Ha vissuto, come tutti noi, troppi anni in una cultura spezzata da uomini potenti e brutali.

E c'è qualcun altro, Recy Taylor. Era da qualche parte nel cuore di Rosa Parks quando 11 anni dopo decise di non alzarsi su quel bus a Montgomery. E in ogni uomo, in ogni uomo che ha deciso di ascoltare. Gayle che è l'incarnazione della parola amico e Stedman che è stato la mia roccia, e molti altri. Ho intervistato e ritratto persone che hanno assistito ad alcune delle cose più orribili che la vita può gettarci addosso, ma un valore che tutti sembrano condividere è l'abilità a mantenere la speranza per una giornata migliore - anche durante le nostre notti più buie. "Voglio che tutte le ragazze guardino qui, adesso e sappiano che un nuovo giorno è all'orizzonte", ha detto Winfrey dal palco accettando il premio.

Share