Piero Angela confessa: " Alberto fu bocciato a scuola"

Share

Alberto Angela bocciato alle elementari: lo svela il padre Piero a #cartabianca. Rispondendo alle domande di Bianca Berlinguer, il popolarissimo conduttore ha raccontato un piccolo segreto di famiglia: un episodio che ha segnato l'infanzia del figlio.

Piero Angela ha inoltre dichiarato come sia inutile addossare le colpe di una bocciatura ai professori, aggiungendo che chi non raggiunge le conoscenze necessarie per superare l'anno è giusto che venga bocciato, a prescindere dalla sua intelligenza o dal suo retaggio culturale.

Lo storico conduttore di Superquark, nel corso dell'intervista, ha detto che il figlio Alberto è stato bocciato in quinta elementare. "Ad Alberto la bocciatura è bruciata molto - ha ammesso, per poi rivelare - ma gli ha innescato una spirale virtuosa". E così è stato: oggi Alberto Angela è amatissimo e seguitissimo dai telespettatori, al pari del padre. Il nostro segreto? Non saprei, a noi viene spontaneo, bisognerebbe chiedere ai telespettatori.

Per la Giornata della Memoria 2018, "Inferno sulla Terra" (Rai2)
Il Giorno della Memoria è una ricorrenza internazionale , istituita dalle Nazioni Unite nel 2005 per commemorare le vittime dell'Olocausto .

Angela lo racconta con grande naturalezza e senza vergogna visto il seguito che ha avuto la vicenda. "Non lo so, forse è perché passano emozioni, non solo parole".

Rivelazione di Piero Angela durante Cartabianca, la trasmissione su Rai 3 di Bianca Berlinguer. "Non guardo il calcio, non sento le canzoni, gli sceneggiati non mi interessano, i film dipende quali, ma mi piacciono i polizieschi che durano 50 minuti. Sono un razionale e cerco un punto di incontro, ma oggi il dibattito è urlato, sembra un incontro di boxe dove si aggredisce sempre l'avversario".

Share