Pirellone. Al posto di Bobo Maroni ci sarà il leghista Attilio Fontana

Share

Come anticipato nei giorni scorsi, le indiscrezioni sui nomi dei nuovi papabili candidati per il centrodestra sono quelli di Maria Stella Gelmini, e quello del leghista Attilio Fontana, con l'ex sindaco di Varese che ha già riscontrato il gradimento di Matteo Salvini. Molti pensano che Berlusconi voglia "spaccare" il Carroccio proponendo il governatore lombardo come possibile premier di centrodestra, mentre il segretario della Lega Salvini sta impostando la campagna elettorale su di sé.

L'ex ministro dell'Interno ha deciso di non candidarsi per ottenere un secondo mandato per il Pirellone. E dice che la sua "unica preoccupazione" è che "l'Italia finisca come Spelacchio" nelle mani del M5S con Luigi di Maio premier.

"Si, stiamo più stretti e dovrò fare un po' di ordine ma si può fare" risponde Matteo Salvini, Segretario della Lega a Luca Telese e Oscar Giannino nel corso della trasmissione 24 Mattino su Radio 24, alla domanda se il prossimo incontro con Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni si sarebbe fatto a casa sua in via Bellerio. Nel 2015 Fontana si definì "preoccupato" per l'arrivo di una decina di richiedenti asilo in città: "Siamo invasi, sono come delle truppe che non trovano resistenza alcuna", disse alla Provincia di Varese. "E' una decisione mia personale per la quale chiedo a tutti il rispetto". "Con la politica ho una lunga storia d'amore fatta di passione di sfida, successi" ha ricordato lievemente emozionato, ricordando gli inizi con Umberto Bossi. Girerà il territorio, farà la sua parte per sostenere Attilio Fontana e si mette a disposizione della coalizione in questo senso.

Bologna, Verdi sempre vicino al Napoli: se parte piace Galano come sostituto
Secondo quanto riporta Sport , il Barcellona preferirebbe cedere l'esterno al Napoli , pronto a prenderlo a titolo definitivo. I nomi che ruotano attorno al calciomercato del Napoli sono di primo livello.

Maroni ha aggiunto che alla base della sua scelta non ci sono né motivi familiari né di salute. "Le decisioni che Salvini ha preso possono essere discusse e discutibili e io le accetto e condivido per principio. Non ho pretese e non ho richieste ma sono a disposizione, lo lascerò decidere a chi dovrà decidere".

Intanto rimane il dubbio su chi succederà all'incarico. Per me Di Maio è la Raggi al cubo.

Silvio Berlusconi già ieri si era detto "non preoccupato" per il passo indietro di Maroni in Lombardia. La scelta verrà annunciata oggi.

Share