Renzi-Berlusconi, sfida sul Jobs Act: "Con lui persi 500mila posti di lavoro"

Share

Il segretario del Partito democratico, Matteo Renzi, ha escluso "ogni ipotesi di larghe intese". Il leader di Forza Italia ha anche osservato che, in special modo sull'occupazione giovanile, "si tratta di lavoro a termine".

Dal canto suo, il segretario del Partito Democratico Matteo Renzi reagisce così alla bordata contro il Jobs Act: "Sarà contento il nordest, il mondo produttivo, vorrei vedere che ne pensano gli imprenditori di tornare al mondo del lavoro del passato". Prima di noi la situazione era di vera emergenza: "Berlusconi e la Lega ci hanno portato a un passo dalla bancarotta".

Durante l'intervista a 'Radio Capital', non è mancata una domanda sulla proposta dell'abolizione del canone Rai, che tanto ha agitato le acque all'interno del Pd negli ultimi giorni: "Non facciamo la campagna elettorale sul canone".

Magma sotto l'Appennino tra il Sannio e il Matese: "Rischio sismico elevato"
Ma la sorgente di magma "provoca la fuoriuscita di anidride carbonica di origine profonda e può causare terremoti ". Se dovesse continuare, tra migliaia di anni potrebbe formarsi una struttura vulcanica .

Roma, 10 gen. (askanews) - Una volta tornato il centrodestra al governo "abolirò il Jobs act perché ha dato una spinta provvisoria solo per i contratti a termine". Il milione di posti di lavoro promessi da lui, li abbiamo realizzati noi.

L'almeno parziale ripensamento di Di Maio sull'UE e la moneta unica potrebbe essere dovuto all'osservazione della difficoltosa esperienza britannica della Brexit, che nel caso di un'uscita dell'Italia dall'euro sarebbe ancora più complicata. "In realtà è la sinistra che ha lasciato in eredità una disoccupazione più alta - ha detto Berlusconi - una pressione fiscale più alta e un numero di migranti più alto, non so come possano accusare il mio governo". Il giuslavorista e parlamentare del gruppo Misto (eletto nel Popolo della Libertà nel 2013) Giuliano Cazzola, considerato uno dei massimi rappresentanti del Centrodestra sulle questioni relative al lavoro, si dice sconcertato dalle dichiarazioni di Berlusconi. Esclude possibili "inciuci" fra il PD e Forza Italia e sul lato economico riconosce che "bisogna mettere più soldi in tasca alle famiglie".

Share