Rifiuti da Roma, stop dell'Abruzzo: "Soltanto richieste preliminari"

Share

"E' insopportabile essere accusati di inerzia- E' grazie a noi che Roma negli ultimi tre anni ha esportato in Abruzzo oltre 100mila tonnellate di rifiuti".

Nel posto del Presidente d'Alfonso si legge che la Regione non intende sottrarsi alla collaborazione istituzionale, ma che allo stesso tempo vengono poste quattro condizioni. "Il centro storico e' una discarica a cielo aperto sotto gli occhi di milioni di turisti mentre le periferie sono in grande sofferenza con cumuli di sacchi ovunque, dalla Tiburtina alla Balduina e dal Trionfale alla Casilina".

"So - dice il presidente della Regione Abruzzo - che c'è una corrispondenza tra la struttura tecnica dell'Ama di Roma e la nostra struttura di riferimento per le parti di territorio che hanno capienza di conferimento di rifiuti". Impianti saturi e cassonetti stracolmi, Roma è ad un passo dal collasso.

Alzheimer e Parkinson: Pfizer stop alla ricerca per cura Alzheimer e Parkinson
Qualche tempo fa già Merk aveva rinunciato a proseguire la ricerca contro queste patologie neurodegenerative. Ma Pfizer non rinuncerà alla lotta contro le malattie neurologiche e allo sviluppo di medicine anti-dolore.

ROMA Dopo l'Emilia Romagna, il soccorso per smaltire i rifiuti di Roma arriva dall'Abruzzo, ma con riserva. Sulla questione è intervenuto anche il Governatore dell'Abruzzo. "I giornali scrivono che da Milano qualcuno ha suggerito alla sindaca di non farsi aiutare da un amministratore del PD come Bonaccini" le parole su Facebook di Matteo Renzi.

Intanto dalla Regione Lazio, l'assessore all'Ambiente e rifiuti Mauro Buschini si dice dispiaciuto "ché l'assessora Montanari preferisca polemizzare e non dire la verità sul perché l'aggiornamento del piano regionale sui rifiuti non sia stato definitivamente approvato: il Piano Regionale di gestione dei rifiuti è in via di aggiornamento, ma fermo a causa delle mancate risposte di Roma Capitale e della sua Città Metropolitana, che dovevano arrivare entro il 30 settembre 2017". "E allora fatela finita con queste polemiche e ripulite la Capitale". riproduzione riservata ®. Ma bisogna fare chiarezza su alcuni punti: chiarire la mole dei rifiuti concernenti l'emergenza, l'arco temporale in cui si dispiegherà, l'impatto sulla viabilità e l'impegno del Campidoglio per risolvere l'emergenza. "La nostra posizione non si discosta da quella del governatore Luciano D'Alfonso, tuttavia bisogna vedere bene la situazione che c'e' a Roma".

Sembra sfumare, intanto, l'ipotesi dell'invio di parte del pattume della Città Eterna in Emilia Romagna (il M5S alla guida della Capitale ha lamentato costi troppo alti) e l'Abruzzo - che insieme alla Toscana è la prima scelta di Roma - non ancora scioglie la riserva. Poi attacca la Regione che avrebbe chiesto in ritardo l'aiuto al vicino Abruzzo per via di un problema nel funzionamento informatico.

Share