Ronaldinho, ritiro ufficiale: "E' finita, organizzeremo qualcosa di grande"

Share

Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio.

A dare la notizia definitiva dell'addio è stato Roberto de Assis, fratello e agente del 37enne campione. Organizzeremo qualcosa di grande e di bello, dopo i Mondiali, probabilmente ad agosto. Faremo degli eventi in Brasile, Europa e Asia.

Benevento, Lucioni squalificato per un anno per doping
Il tribunale nazionale antidoping ha infatti confernato la richiesta del Pm comminando una squalifica di un anno . Arriva una vera e propria stangata per Fabio Lucioni e per il Benevento .

Ronaldinho lascia ufficialmente il calcio giocato. "E, naturalmente, vogliamo fare una partita con una selezione brasiliana". L'ex stella del Paris Saint-Germain, Barcellona e della Nazionale brasiliana, che ha lasciato ottimi ricordi anche in Italia grazie all'esperienza con il Milan, potrà ora concentrarsi solo ed esclusivamente sulla sua vita privata e sulle offerte più strane arrivate da mezzo mondo. Ronaldo de Assis Moreira, meglio noto come Ronaldinho Gaucho o Ronaldinho è stato uno dei più grandi calciatori degli anni 2000 vincendo praticamente tutto in carriera: un Mondiale nel 2002 col Brasile, la Champions League col Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro nello stesso anno, una Copa America nel 1999 più altri titoli nazionali.

Share