Sala replica: "Milan, quando mi dirai se investirai su San Siro?"

Share

"Il Milan pensa a un nuovo stadio, a un suo stadio - aveva rivelato Sala in prima battuta -".

Come dire, va bene tutto, anche la costruzione di un nuovo stadio di proprietà, ma con i tempi tecnici necessari, senza fretta e soprattutto senza dover rispettare le tempistiche decise dal Comune di Milano. Il sindaco Giuseppe Sala è stato intervistato da Sky Sport 24, spiegando l'attuale situazione del Milan per quanto riguarda la possibilità e le zone individuate per la costruzione di un nuovo impianto da parte della società rossonera.

Cala ancora il tasso di disoccupazione, buoni segnali anche tra i giovani
Il tasso di disoccupazione a novembre è sceso all'11% dall'11,1% di ottobre, al livello più basso dopo settembre 2012. Rispetto a ottobre gli occupati dipendenti sono aumentati di 68.000 unità (+14.000 permanenti e +54.000 a termine).

Dopo le dichiarazioni del sindaco Sala, a stretto giro è arrivata la replica del Milan che sul proprio sito internet precisa di "non aver mai manifestato il desiderio di lasciare San Siro".

"Stiamo dando al Milan la disponibilità delle aree che noi reputiamo adatte, in particolare nella parte sud-est, Rogoredo, Porto di Mare. Una trasformazione nel terzo anello in spazi adeguati per altri servizi può avere un senso". Piazza d'Armi all'Inter? Sono molto determinati sia a lavorare su San Siro che a portare il centro d'allenamento, la Pinetina, a Milano. Credo che il Milan abbia ancora bisogno di 2-3 mesi di riflessione poi però dobbiamo arrivare a una sintesi. "Certamente sceglieremo la cosa migliore per il Milan perché ci serve il nostro stadio, questa è una strada tracciata".

Share