Sfregiati 'Bacco e Arianna' a Pompei

Share

Intanto mentre i restauratori hanno recuperato dal suolo frammenti di pittura staccati dall'affresco per incollarli e riparare il lieve solco che è stato creato, probabilmente da un vandalo che si è introdotto furtivamente nella domus chiusa al pubblico, sono state avviate le prime indagini da parte dei carabinieri.

Il fatto è stato riportato ieri dal direttore generale del Parco archeologico di Pompei, Massimo Osanna, che ha così commentato: "Questo pomeriggio un custode ha segnalato alla direzione un atto vandalico in una domus chiusa al pubblico (Regio IX, insula 5, civici 14-16)". Nel sopralluogo dei tecnici del parco archeologico e' emerso il danneggiamento di una porzione di circa 10 centimetri di un quadretto raffigurante Bacco e Arianna.

"La responsabile degli Scavi, Grete Stefani - ha aggiunto - ha subito presentato denuncia presso la stazione dei Carabinieri interna agli Scavi". L'aumento del numero dei visitatori, infatti, aumenta anche il rischio di danneggiamenti.

Pirellone. Al posto di Bobo Maroni ci sarà il leghista Attilio Fontana
Girerà il territorio, farà la sua parte per sostenere Attilio Fontana e si mette a disposizione della coalizione in questo senso. L'ex ministro dell'Interno ha deciso di non candidarsi per ottenere un secondo mandato per il Pirellone .

Ormai da tempo, sono attive nello Stivale le "domeniche gratis", grazie alle quali moltissime persone possono visitare, gratuitamente, alla prima domenica del mese, siti di interesse storico e culturale: l'inconveniente di questa pregevole iniziativa, come sottolinea anche la guida turistica Annamaria Durante, è che consente anche a folti gruppi di persone di aggirarsi - senza alcuna forma di rispetto o controllo - in domus vecchie di 2000 anni fa, compiendo - volenti o nolenti - danni agli affreschi ivi presenti.

Il 2017 si era chiuso con la scoperta di danni a uno degli edifici ancora chiusi e in un'area interessata al restauro con i fondi del Grande Progetto Pompei.

Share