Situazione d'emergenza in Piemonte e Valle d'Aosta: decine di paesi isolati

Share

Una slavina si è abbattuta contro un condominio di Sestriere, in Piemonte. Non sono stati registrati feriti, ma sono state evacuate cinque famiglie, per un totale di 29 persone.

La perturbazione delle ultime ore ha portato in montagna oltre due metri di neve, un'altra anomalia dopo il 2017 da record per la siccità. Ma la situazione resta difficile anche a Cogne e Cervinia, ancora isolate. Per questo motivo il pericolo di valanghe domani sarà massimo, ossia di grado 5 (molto forte) sulle Alpi Cozie, Graie e Pennine mentre sarà di grado 4 (forte) sui restanti settori di Piemonte, Valle d'Aosta e sulle Dolomiti.

Brunello Cucinelli oltre la vetta del mezzo miliardo di ricavi
Se desideri inviare l'articolo a più persone, inserisci gli indirizzi e-mail di tutti i destinatari separati da una virgola. I ricavi dell'azienda sono stati di 503 milioni di euro, in crescita del 10.4 per cento rispetto all'anno precedente.

COGNE ISOLATA - Una valanga è caduta nel pomeriggio sulla strada regionale di Cogne, poco prima del capoluogo, in Valle d'Aosta. La massa di neve è scesa all'altezza della frazione di Epinel. Attualmente la località turistica è isolata. Il pericolo valanghe è presente in più punti.

In via preventiva, dalle 17, la strada regionale da Valtournenche a Cervinia sarà chiusa a seguito del pericolo valanghe. La quota delle nevicate cala leggermente fino a 1000-1200m, nonostante ciò la densità e l'umidità della neve fresca sono tali da rendere il manto nevoso molto instabile.

Share