Trump contrattacca al libro di Wolff, "Sono un genio"

Share

Diciamo che nella fase di instabilità politica interna molto marcata negli ultimi mesi, la sola cosa di cui nessuno ha bisogno é un presidente autocelebrativo ed irritante, per quanto irritato dalla pubblicazione del libro che lo identifica come un incapace ed un idiota, non é giustificato dal mettere se stesso sul gradino più alto come fosse un eletto.

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, si è dato del "genio" da solo. La replica è arrivata in una serie di tweet. Sono passato dall'essere un imprenditore di successo, a una star della tv a presidente degli Stati Uniti. "Questo non mi identifica come persona intelligente, ma come un genio".

Genoa, emergenza infortuni con il Sassuolo. Veloso rischia
I rossoblù sono schierati con il modulo 3-5-2 mentre il Sassuolo con il 4-3-3. "Domani sarà una partita importante contro una società importante.

L'interrogativo sulla salute mentale del tycoon ha preso corpo dopo le rivelazioni contenute nel libro Fire and Fury, scritto dal giornalista Michael Wolff: "Ora che la storia della collusione con la Russia, dopo un anno di intense ricerche, si è rivelata una bufala totale, i democratici e i loro tirapiedi, i media mainstream produttori di fake news, hanno tirato fuori il vecchio manuale Ronald Reagan e sbraitano sulla mia stabilità mentale e sulla mia intelligenza", ha scritto Trump su Twitter. "E un genio molto stabile!".

I funzionari palestinesi avevano dichiarato che "non avrebbero più accettato" nessun piano di pace presentato dagli Stati Uniti dopo la dichiarazione unilaterale di Trump del 6 dicembre, quando ha anche annunciato che gli Stati Uniti avrebbero avviato un processo per spostare la propria ambasciata in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme.

Share