Valentino Rossi promuove la nuova Yamaha: "Mai avuto questo feeling l'anno scorso"

Share

Sembra cominciato con il piede giusto anche l'anno del Dottore: "Sesto Valentino Rossi, che è andato molto bene e si è detto molto soddisfatto della nuova Yamaha, e potevamo aspettarci che la casa di Iwata lavorasse bene - prosegue Paolone - Per quasi tutto il turno è stato molto più vicino alla prima posizione, e quando lui si dice soddisfatto al primo giorno di test è significativo". Ho provato un telaio che prende spunto da quello del 2016, e abbiamo anche due motori da provare che vanno bene. Ovviamente è solo il primo giorno del 2018, c'è tantissimo lavoro da fare, lo stesso Valentino non si sbilancia certo in proclami e trionfalismi, ma il primo impatto è stato buono. In queste condizioni mi sento meglio: la mia guida diventa più naturale, sento meglio l'anteriore della moto e ho una buona velocità. "Sono contento che la base della moto sia quella del 2016". "Continueremo con la messa a punto cercando un miglior equilibrio". Nell'elettronica, soprattutto la Ducati, ma anche la Honda, sono ancora un po' meglio di noi. Al momento non ho provato telai diversi, mi sono concentrato sull'elettronica e sul setting, vedremo da domani. "Nei prossimi giorni potremo ancora migliorare la moto". Il nuovo motore ha un potenziale maggiore, più velocità e consente di avere un maggiore feeling. Come ben sappiamo a Sepang il lavoro è sempre lungo e impegnativo e siamo solo all'inizio.

Chievo Verona-Juventus, Cacciatore ma che combini? Gesto delle manette e espulso
Poi entri in un momento particolare, dove tutto diventa più difficile. Le partite tra Chievo e Juventus non sono mai banali.

" Ci siamo concentrati sull'elettronica, sul comportamento in ogni singola curva, ed abbiamo effettuato dei long run per cercare di avere un buon numero di riscontri - ha svelato a motorsport.com il centauro spagnolo - Abbiamo fatto due o tre long run nella giornata odierna all'orario di gara per cercare di capire al meglio il grip della moto". Loro i più veloci in una giornata contraddistinta da una forte pioggia nella prima parte, per poi andare a scemare nella seconda parte con la pista ad asciugarsi per permettere giri più veloci.

Share