Verdi ed il no al Napoli: una cosa fantastica ed inusuale

Share

Il Napoli ci ha provato sino in fondo, ma la volontà del calciatore è stata determinante per far "saltare" la trattativa e far naufragare tutto. Fin da giugno avevo preso una decisione e non l'ho cambiato: oggi non avrei voluto lasciare il Bologna.

La notizia delle ultime ore in questa sessione di calciomercato invernale è lo stop tra Bologna e Napoli per il passaggio in Campania di Simone Verdi, uno dei giocatori che ha più entusiasmato finora nel nostro campionato.

E quanto il Napoli spingesse per Verdi, individuato come il profilo perfetto alla bisogna, lo svela un retroscena svelato dal 'Corriere dello Sport: lunedì sera, alle 22 circa, alla porta di Verdi ha bussato Cristiano Giuntoli in persona per provare a far cambiare idea al giocatore, dopo che la situazione si era ribaltata rispetto all'ottimismo di inizio giornata che dava l'affare per fatto. Sapevo che andavo a giocarmi l'Europa League e lo scudetto fino all'ultimo, ma non c'entra il discorso su una maglia sicura da titolare. Sarri mi voleva, ma ha capito che la mia scelta era diversa. Verdi o no, c'è un'impresa da raggiungere, una missione da portare avanti, e se al termine della stagione fioriranno rose, oltre che a festeggiare potremmo dire al ragazzo del Bologna: "Guagliò, e che te si perz!". Siamo così sicuri che il treno passa una volta sola? "Simone avrebbe sposato ben volentieri il credo tattico di Sarri, ma vedremo cosa succederà a giugno". In squadre come il Napoli non si può pensare di avere il posto garantito, ma devi dimostrare il tuo valore in ogni allenamento. A Napoli mi hanno fatto sentire la loro vicinanza e il loro calore, sono lusingato.

Lazio, Lotito: "Non cedo Milinkovic-Savic a nessuna cifra"
Ho passato questa mattina a chiamare i presidenti che mi avevano testimoniato in modo concreto la loro fiducia. Claudio Lotito avverte le pretendenti: Milinkovic-Savic non partirà. "Non e' in vendita, non ascolto offerte".

Secondo le indiscrezioni riportate dal 'Resto del Carlino', il jolly offensivo ha deciso di restare a Bologna e di continuare a seguire gli ordini di Roberto Donadoni. Club e giocatore dovevano essere d'accordo e serviva un sostituto. Un recupero importante per il tecnico livornese, soprattutto alla luce della crescita mostrata fin qui dal classe '92, che all'ombra della Mole sta ritrovando lo smalto dei tempi migliori.

Verdi sarebbe potuto essere un rinforzo importante per la squadra partenopea, un trasferimento che aveva destato l'interesse di tanti anche in ottica fantacalcio. E poi ha aggiunto: "Cosa mi ha detto Sarri?".

Share