Vertice ufficiale tra le due Coree, Pyongyang: "Invieremo nostra delegazione ai Giochi"

Share

Le due Coree hanno concordato di tenere martedì 9 gennaio, per la prima volta in oltre due anni, i colloqui di "alto livello" per discutere la potenziale presenza di una delegazione del Nord ai Giochi Olimpici invernali di PyeongChang (9-25 febbraio) e le opzioni disponibili per poter migliorare i rapporti bilaterali. I due sono a capo delle istituzioni più alte che gestiscono i rapporti e le questioni intercoreane nei rispettivi Paesi.

L'argomento principale dell'incontro dovrebbe riguardare proprio la partecipazione della Corea del Nord ai Giochi di Pyeongchang. Ri è colui che mercoledì ha annunciato il riavvio del canale diretto di comunicazione dopo due anni di silenzio.

Acer presenta il notebook più sottile al mondo: arriva Swift 7
Con appena 8,98 millimetri di spessore, il nuovo Swift 7 è un PC sempre connesso e progettato per la mobilità. Acer Swift 7 2018 è sicuramente uno dei prodotti più interessanti che la società presenterà al CES 2018 .

LE DELEGAZIONI - Intanto Pyongyang ha ufficializzato la lista dei delegati che parteciperanno ai colloqui: la delegazione è guidata da Ri, presidente del Comitato per la riunificazione pacifica della Corea (CPRC), e comprende Jon Jong-su, vicepresidente del CPRC; Won Kil-u, viceministro della Cultura e dello Sport, Hwang Chung-song, direttore del CPRC e Ri Kyong-sik, membro del Comitato Olimpico della Corea del nord.

La settimana, quindi, si è chiusa con un'accelerazione degli eventi: dall'apertura di Kim Jong-un su Olimpiadi e sforzi per la pace marcati nel discorso di Capodanno alla nazione, alla spinta del presidente sudcoreano Moon Jae-in per riavviare i contatti fino all'ipotesi del dialogo di altro livello del 9 gennaio. La delegazione nordcoreana ha superato la Linea di Demarcazione per andare alla Peace House, dove si tengono i colloqui. "C'è un modo di dire: un viaggio fatto in due dura di più che uno fatto da solo", ha continuato. La Corea del Sud ha chiesto inoltre al Nord di tenere quanto prima anche un dialogo "tra militari" allo scopo di "eliminare o ridurre i rischi di errore di valutazione", stemperando le tensioni intorno alla penisola coreana.

Share