Wall Street e Tokyo lanciano le europee, Milano chiude a +2,77%

Share

Seduta da incorniciare per Piazza Affari.

L'indice Dow Jones che tiene conto delle principali 30 società quotate a Wall Street ha superato un'altra barriera storica: per la prima volta giovedì è cresciuto oltre la soglia dei 25'000 punti. L'indice Ftse Mib ha chiuso in progresso del 2,77% a quota 22.512,13 punti.

(Teleborsa) - Prima seduta dell'anno positiva per la borsa di Wall Street, con gli investitori in cerca di nuovi spunti al rientro dai festeggiamenti per il 2018.

Dinamo, al PalaSerradimigni perde contro Avellino: 88-95
Si accende Bamforth e la Dinamo vola riuscendo proprio con una tripla del kosovaro a prendersi il massimo vantaggio: 35-32. Spissu segna ancora e porta il suo personale score nel quarto a 10. 33 punti per Rich , 18 in 22 minuti per Fitipaldo .

Sempre tra le large caps, invece, segnaliamo la caduta delle azioni Intel (INTC) che oggi, mercoledì 3 gennaio del 2018, al suono della campanella hanno perso il 3,39% a $ 45,26 dopo aver lasciato sul parterre nell'intraday anche oltre il 6%.

L'elevato prezzo del greggio incoraggia gli acquisti anche sui titoli del petrolio: il wti, contratto con consegna a febbraio, guadagna lo 0,68% attestandosi a 62 dollari a barile. La speculazione continua a sostenere il titolo in vista di operazioni straordinarie, a partire dallo spin-off di Magneti Marelli.

Al contrario dalla parte opposta i listini del Vecchio Continente marciano a ritmo ridotto in scia al rally che ha contrassegnato nelle ultime settimane l'euro, arrivato a testare i top di periodo posizionati in area 1.21 nei confronti del DOLLARO. Un evento che persino il presidente statunitense Donald Trump ha celebrato con un tweet congratulandosi e preannunciando che "proseguiranno grandi tagli a regolamentazioni non necessarie".

Share