Ylenia Carrisi, il terribile sospetto di Romina Power: "Perché nessuno..."

Share

L'ultima telefonata di Ylenia Carrisi risale al 1 gennaio 1993, quando la ragazza chiama la famiglia da un telefono del LeDale Hotel di New Orleans dove alloggiava con il trombettista di strada Alexander Masakela, che fu il primo sospettato della scomparsa della figlia di Romina Power e Albano Carrisi. Il sospetto che sulla scomparsa di sua figlia ci sia ancora qualcosa da scoprire è ancora forte: "Perché niente è stato fatto per fermare questo?", scrive ancora Romina. E con l'arrivo del 2018, la cantante statunitense ha pubblicato sui social delle foto e uno straziante appello.

CorSport - Ancelotti, niente Milan o Nazionale: andrà all'Arsenal
E' il tecnico che vanta il maggior numero di panchine in Premier League (812), ma non vince il titolo inglese dal 2004. Lo stesso tecnico ex Milan resta una nome caldo per la panchina della Nazionale Italiana.

Nonostante la dichiarazione di morte presunta del tribunale di Brindisi nel 2014, Romina Power non si è mai arresa, non ha mai accettato che sua figlia potesse essere deceduta. Una ragazza scomparsa come moltissime ma una mamma che non si arrende e mai si arrenderà. Anche oggi su Twitter la ex moglie di Al Bano si domanda: "Dov'è Ylenia?". Il caso si è in qualche modo concluso dopo la dichiarazione di morte presunta, una decisione che Romina Power non ha mai voluto accettare fino in fondo. "Dov'è Romina? E dove sono le centinaia di ragazze che scompaiono a New Orleans?". Why is nothing done to stop this?

Share