A Catania il 'Safer Internet Day 2018' contro il cyberbullismo

Share

La Polizia postale e delle comunicazioni incontrerà oltre 60mila studenti sul tema "creare, connettere e condividere il rispetto: una migliore connessione internet iniziando con te". Si tratta di documenti in cui diversi attori - politici, istituzionali, aziende, associazioni no profit - si sono impegnati per rendere un mondo virtuale il più sicuro possibile per bambini e ragazzi.

Ogni anno vengono organizzati eventi e convegni in giro per l'Italia che vedono protagoniste le scuole e i ragazzi.

Sarà anche affrontato il delicatissimo tema dell'imputabilità dei minori, spesso non conosciuta o fraintesa sia dai ragazzi che dagli insegnanti.

Il 31% degli 11-17enni dichiara di aver visto online messaggi d'odio o commenti offensivi rivolti a singoli individui o gruppi di persone, attaccati per il colore della pelle, la nazionalità o la religione. "Di fronte all'hate speech il sentimento più diffuso è la tristezza (52%), seguita da rabbia (36%), disprezzo (35%), vergogna (20%)" prosegue lo studio realizzato in collaborazione con l'Università Cattolica di Milano. Ma nel 58% dei casi gli intervistati ammettono di non aver fatto nulla per difendere le vittime.

Milano rapina in un bar finisce nel sangue: feriti a Segrate
È una rissa da film quella registrata dalle telecamere di sorveglianza, domenica sera, in un bar ristorante sushi di Segrate . Qui lo ha soccorso un'ambulanza e contemporaneamente e' stato raggiunto dai carabinieri di San Donato.

In occasione della "Seconda giornata nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo a scuola" promossa dal Ministero della pubblica istruzione, l'istituto comprensivo di Terralba organizza per domani un incontro durante il quale verranno approfonditi i temi del rispetto, del bullismo e del cyberbullismo. "Ciononostante, l'attività di prevenzione e formazione per i ragazzi continua ad essere indispensabile, perché sono proprio loro in prima linea".

Inoltre, il sito Web del "Safer Internet Day" dedica una sezione ai genitori, una ai bambini più piccoli ed infine una anche ai ragazzi.

La Polizia Postale e delle Comunicazioni ha anche sviluppato un apposito compendio, denominato Safe Web, in collaborazione con eminenti accademici di ambito psicosociale e giuridico al fine di aiutare il mondo della scuola e i suoi principali attori a orientarsi nella gestione concreta dei casi di rischio online di fenomeni come il cyberbullismo, sexting, adescamento online. In Italia l'organizzazione del Safer Internet Day è affidata al progetto Generazioni Connesse, gestito da un consorzio di enti e che comprende il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, l'Autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, la Polizia Postale e delle Comunicazioni, Save the Children Italia, Telefono Azzurro, la Cooperativa E.D.I., l'Università La Sapienza di Roma, l'Università degli Studi di Firenze, il sito web Skuola.net e il Movimento Difesa del Cittadino. I risvolti nazionali delle decisioni assunte nel tavolo tecnico saranno poi declinati a livello locale. Nel corso della giornata, si susseguiranno oltre 30 incontri, tra conferenze, tavole rotonde e laboratori interattivi della durata di 50 e 100 minuti. "Il positivo trend proseguirà anche nel 2018, consentendo di raggiungere in modo capillare studenti e adulti".

Share