Archiviata una denuncia su 4: le violenze sulle donne che restano impunite

Share

Questa sera partirà la 68esima edizione del Festival di Sanremo e tutto sembra essere pronto per rendere lo show davvero unico. L'assegnazione del codice giallo o equivalente determina l'attivazione del Percorso per le donne che subiscono violenza.

"Ne emergono luci e ombre: - ammette - se da un lato è stata constatata una grande accelerazione impressa ai procedimenti che riguardano le violenze sulle donne, dall'altro permangono delle differenze di approccio e di lavoro tra i vari distretti operativi del nostro Paese sull'applicazione delle misure cautelari e sul tasso di archiviazioni e assoluzioni nei processi".

Perché Michelle Hunziker ha distribuito fiori bianchi a Sanremo? A sostenere l'evento saranno anche Giulia Giornaliste Sardegna e il Centro Antiviolenza Donna Ceteris di Cagliari, che - insieme alla sua Presidente, Silvana Maniscalco - opera in sinergia con la realtà nuorese, diretta da Luisanna Porcu, psicologa e segretaria nazionale della rete Di.Re (Donne in rete contro la violenza). Accanto ai quattordici artigiani, artisti, designer e stilisti sardi, anche privati e donatori anonimi aprono il cuore, con opere d'arte e pezzi d'artigianato artistico, a una battaglia importante: la lotta contro la violenza maschile sulle donne.

Chiellini: "Conte è uno dei migliori. Guardiola ha 'rovinato' i difensori italiani"
Negli ultimi dieci anni non abbiamo lanciato più difensori ad altissimi livelli, eccezion fatta per Leo Bonucci . Nei 40 giorni all'Europeo in Francia è stato come entrare in un altro mondo. "Di sicuro è uno dei migliori".

La spilla viene infatti donata anche al cantante Claudio Baglioni che seguirà la direzione artistica e condurrà questa nuova edizione del Festival e all'attore Pierfrancesco Favino che lo affiancherà sul palco insieme a Michelle Hunziker.

"Per violenza di genere - aggiunge Laura Cavandoli - non intendiamo solo botte, percosse, stupri e omicidi, ma anche condotte che spesso nemmeno vengono denunciate come stalking, segregazione, minacce, umiliazioni".

"E' una cosa bellissima che mi emoziona molto - dice - Lanciamo oggi l'hashtag #iosonoqui per sottolineare il senso di unione, forza e aggregazione tra uomo e donna e per combattere questo fenomeno".

Share