Baldini: "40 milioni di lire sul cavallo sbagliato"

Share

"Linus mi prestò 100 milioni di lire e non li ho mai restituiti". Questa volta lo fa rilasciando un'intervista al programma di Peter Gomez su La Nove.

A causa dell'ossessione per il gioco d'azzardo, Baldini ha conosciuto la malavita. Ed alla domanda precisa di Gomez, e cioè se continui o meno a giocare, l'uomo ha risposto sinceramente che "Sarei ipocrita a dire che ho smesso totalmente". Baldini è stato, in passato, molto duro nei confronti dell'ex socio Fiorello dicendo parole, nei confronti dell'ex socio, destinate sicuramente ad aprire un calderone di polemiche.

Jennifer Aniston e Justin Theroux si sono detti addio
Qualsiasi cosa verrà successivamente pubblicata non verrà direttamente da noi, e sarà un racconto di finzione di qualcun altro.

"Ho guadagnato più di 10 milioni di euro - ha confessato - ma a causa del vizio per il gioco, i soldi li ho sempre visti passare".

Nel corso dell'intervista Marco Baldini ha parlato anche della sua pericolosa amicizia con Carlo Zacco, il figlio del boss Antonino detto 'Nino il Bello' ('Mi ha dato una grossa mano e non mi ha mai fatto estorsioni, è un amico vero'), e ha spiegato meglio il significato di quella famosa accusa mossa qualche tempo fa al suo vecchio sodale Rosario Fiorello ('È un figlio di put**na, lui fa i soldi mentre quelli intorno a lui prendono le briciole'): 'Sì è vero, ho detto proprio così ma in quel periodo avrei potuto dire anche che il Papa si veste di verde'. "Persi 40 milioni di lire su un cavallo". "Una delle cose più brutte del gioco - ammette poi Baldini - è che inizi ad abbassare il livello di dignità e inizi a chiedere anche a delle persone a cui non dovresti chiedere". E infine la confessione più dura: "Sono andato ad un passo dal suicidio, ero sfinito da un certo tipo di vita". "No, Carlo è un amico vero", si difende Baldini.

Share