Brexit, il grande giorno: Ue presenta bozza di accordo

Share

"Permangono divergenze importanti" col Regno Unito - ha spiegato Barnier - "sul periodo di transizione".

Bruxelles, tra l'altro, suggerisce "un'area comune" per risolvere il problema delle frontiere irlandesi con la prospettiva di inserire la sola Irlanda del Nord senza il resto del Regno in "un'area comune", allineata alla normativa europea. Si tratta, ha detto, del "progetto di testo sull'accordo di recesso adottato dal collegio dei commissari Ue, e che dovrà essere approvato dai 27 Stati e dal Parlamento europeo". "E' nostra responsabilità preservare il mercato unico e l'accordo del Venerdì Santo, rendendo operativo il backstop" (la clausola di salvaguardia concordata con Londra a dicembre se non si troveranno altre soluzioni, ndr), ha sottolineato Barnier: "non possiamo lasciare in sospeso la questione irlandese".

"E' un momento cruciale del negoziato che vogliamo concludere positivamente", ha detto il capo dei negoziatori, ma "se vogliamo che questi negoziati siano un successo dobbiamo accelerare". E così la "grana" Irlanda del Nord - che per mesi ha scosso il governo britannico alle prese con i negoziati post Brexit - si ripercuote anche sulla questione Capitali della cultura.

GB: forte esplosione a Leicester, per polizia "incidente grave"
L'episodio è avvenuto fra Carlisle Street e Hinckley Road, in un'area molto frequentata della città. La polizia e i vigili del fuoco, accorsi sul luogo hanno subito parlato di "incidente grave".

In particolare la bozza ha destato rabbia in Irlanda del Nord, in quanto prevede un protocollo per evitare la ricomparsa di un confine materiale sull'isola, che a tutti gli effetti mantiene le province appartenenti al Regno Unito all'interno delle strutture e delle regole Ue.

Barnier afferma che questi sono accordi che erano già stati raggiunti a dicembre; di diverso avviso la May che ha bollato la proposta come "irricevibile" poiché "violerebbe l'integrità costituzionale del Regno Unito". "I tempi sono stretti tra oggi e l'autunno prossimo, quando dovremmo chiudere questo accordo per avere poi i tempi per le ratifiche necessarie". Ci sono numerosi punti di disaccordo. "Dobbiamo essere pronti" anche all'insuccesso di trovare un accordo sulla Brexit "e prepararci a qualsiasi scenario", ha concluso Barnier.

"I britannici vogliono fare una differenza tra i cittadini arrivati prima la data del ritiro e quelli che arrivano durante il periodo transizione".

Share