Capodanno cinese: gli auguri dei giocatori del Milan

Share

Si è celebrato ieri il Capodanno cinese, con l'inizio dell'Anno del Cane. Poi riferendosi alla comunità cinese di Roma, la sindaca ha parlato di "una presenza importante che incide sulla vita di Roma sia dal punto di vista culturale, sia economico e che in tanti anni si è sempre contraddistinta per rispetto e tolleranza" e ha sottolineato che "la comunità cinese che vive a Roma, è una delle più laboriose e attive, sicuramente una delle più integrate nella nostra città". I pavesi che sono curiosi di conoscere i piatti tradizionali del Capodanno cinese e le tipiche decorazioni sull'arredamento, possono però darsi appuntamento stasera al Royal Garden, in via Folperti.

I fiori simbolo del Capodanno Cinese sono i boccioli di pruno asiatico (fortuna), narciso, (prosperità), crisantemo (longevità), girasole, e come simbolo benaugurante per il nuovo anno, bambù e fiori e frutti di fortunella. In Cina è stata festeggiata nella notte la festa di Primavera, nota comunemente come Capodanno cinese, e si è così passati dall'anno del gallo a quello del cane.

Isola dei Famosi 2018: Paola Di Benedetto parla di Francesco Monte
Anche nello studio di Mattino 5 hanno commentato l'accaduto, rivelando di vedere tra i due una bellissima e dolce complicità. Quindi sono attesi nuovi naufraghi che sostituiranno gli eliminati: Francesco Monte , Chiara Nasti e Craig Warwick.

Ma perché i cinesi festeggiano il Capodanno a febbraio? Dunque, anche per assecondare la vicinanza dei tifosi rossoneri d'Asia alla squadra di Gattuso, il Milan ha deciso di pubblicare su Twitter un video di auguri e di buon anno in dialetto mandarino. In base all'astrologia cinese, infatti, a ogni anno vengono associati un segno animale e un cosiddetto 'ramo di terra'. "I servizi di business intelligence di Premier Tax Free ci supportano nell'analisi indispensabile del target e nello sviluppo di strategie mirate a soddisfare le esigenze dei viaggiatori cinesi che ci prepariamo ad accogliere al meglio in occasione della loro festività", aggiunge Renata Renzoni, General Manager di DFS Italia. "Io e la mia fidanzata festeggiamo a Milano - dice Yiming "Luigi" Wei, laureando della facoltà di Economia - Portiamo con noi qualche amico pavese e ci tuffiamo nella cultura orientale, tornando al nostro cibo e alle nostre credenze popolari". L'origine di questa festa è legata a un'antica leggenda secondo la quale in Cina viveva un mostro crudele chiamato Nian che rimaneva nascosto nella sua tana per 364 giorni all'anno, ma il 365esimo giorno usciva dalla sua tana per cibarsi di esseri umani.

Share