Champions League, Bayern con un piede nei quarti: 5-0 al Besiktas

Share

Il primo quarto d'ora di match vede Chelsea e Barcellona sfidarsi con molta attenzione. La punizione seguente viene affidata a James Rodriguez, che sfiora di un soffio il palo a Fabri battuto. Forse è proprio il rosso per il difensore croato ad indirizzare il match: al 16' azione di Lewandowski al limite dell'are, Vida - ultimo uomo - lo stende. Al 19' Vagner Love parte in contropiede ma spreca malamente calciando fuori di destro da ottima posizione. Al 43' però il Bayern va sull'1-0: splendido assolo di Coman sulla fascia, palla in area per Alaba che tocca a Muller, abile a girarsi in un fazzoletto e mettere dentro.

Il Bayern Monaco, forte della superiorità numerica e di un tasso tecnico elevatissimo, imperversa. Non poteva non partecipare alla fiera del gol il bomber per eccellenza dei bavaresi, Lewandowski, che tra il 79′ e l'88' mette a segno due reti prima con un facile tapin e poi con un sinistro letale.

Nella ripresa Mueller colpisce un clamoroso palo su punizione al 50' e due minuti dopo il Bayern raddoppia con Coman che raccoglie un bell'assist di Lewandowski e con il destro fredda il portiere del Besiktas.

Grasso: con Gentiloni legge voto truffa
E poi, l'ambiente: "la cura del territorio e l'economia circolare possono creare posti di lavoro sicuri", ne è convinto Grasso . Gli stessi argomenti sono stati ribaditi con fermezza dalla presidente della Camera Laura Boldrini .

Dopo la paura, il Bayern torna a assediare la porta di Fabri ma occorre attendere il 43' per il gol del vantaggio: è Müller a far esplodere l'Allianz Arena e ad abbattere la resistenza turca. Quello che impiega Robert Lewandowski per raccogliere la corta respinta di Fabricio sul bolide di Hummels e depositare la sfera in rete.

BESIKTAS (4-2-3-1): Fabri; Adriano, Pepe, Vida, Erkin (23′ st Gonul); Hutchinson, Medel (39′ st Arslan); Quaresma, Talisca, Babel; Vagner Love (10′ st Tosic).

Un Bayern Monaco dilagante spazza via il Besiktas apparecchiandosi la tavola per i quarti e preparando la sfida di ritorno con la tranquillità di chi ha già messo in cassaforte la qualificazione.

Share