Elezioni, Juncker: 'Prepariamoci a Governo non operativo'

Share

Fedele sostenitore del progetto dell'Unione europea, altrimenti nota come Reich, il tedesco ha ora la garanzia di restare ai comandi dell'apparato tecnico della Commissione ben al di là del prossimo mandato, chiunque sia il nuovo presidente. Juncker non ha nascosto di essere più preoccupato per ciò che avverrà in Italia ai primi di marzo che per il referendum Spd chiamato ad avallare o bocciare l'intesa Merkel-Schulz per una larga coalizione al governo. E sullo sfondo ma neanche tanto - molti i leader politici italiani che si sono espressi in questo senso - nuove elezioni. "C'è un inizio di marzo - ha detto Commissione Ue Jean Claude Juncker - molto importante per l'Ue". C'è il referendum Spd in Germania e le elezioni italiane, e sono più preoccupato per l'esito delle elezioni italiane che per il risultato del referendum dell'Spd", senza contare, aggiunge il presidente, che insieme alla Spagna, l'Italia può causare una "forte reazione dei mercati.

Michelle Gisin regala il terzo oro alla Svizzera
Secondo posto per la statunitense Mikaela Shiffrin e terzo per l'altra svizzera Wendy Holdener , la più brava nello slalom. Io comunque ci ho provato perché nello sci alpino tutto può succedere, lo ha testimoniato anche lo slalom maschile.

Il numero uno della Commissione UE continua: "Dobbiamo prepararci allo scenario peggiore, cioè un Governo non operativo in Italia". I corrispondenti della stampa internazionale a Bruxelles lo descrivono come il Rasputin di Juncker: machiavellico, accentratore, esigentissimo e molto duro nei confronti dei collaboratori, ma anche estremamente efficiente.Da notare anche l'aumento del peso dei tedeschi nei posti "tecnici" chiave delle istituzioni Ue, considerando in particolare che tedesco (e sempre di area Ppe) è anche il segretario del Parlamento, Klaus Welle. "Del resto, è intervenuto anche su Brexit e sulla Catalogna. Non è che stiamo facendo una grande figura di serietà". Così, in una nota, l'europarlamentare del Movimento 5 Stelle Fabio Massimo Castaldo commenta le dichiarazioni di Juncker di una possibile reazione dei mercati al voto italiano. "Ci faccia il piacere - conclude Fratoianni - di tacere".

Share