Ema "gela" Milano ma Sala non molla

Share

I tempi, in questo caso, sono rapidi. Così ha scritto su Twitter il presidente della Lombardia Roberto Maroni, nel giorno in cui il sindaco Giuseppe Sala ha annunciato di voler essere ascoltato in audizione al Parlamento europeo e di aver fatto preparare una richiesta di accesso agli atti. A margine di un evento a Milano, ha aggiunto: "Sto sollecitando governo e presidente del Consiglio". Non è il momento di lamentarci o frignare, ma di combattere.

"Gli olandesi ci hanno venduto un 'pacco': uno compra un televisore e non solo ci trova un mattone, ma un mattone molto caro". Il governatore lombardo invoca "una decisione politica", perché "è difficile che il ricorso venga accolto dalla Corte: non ci sono state palesi violazioni". "Ora il tema è in prima istanza nelle mani dell'Europarlamento - ha proseguito il sindaco Sala -". Vedo molto positivamente che gli europarlamentari italiani di tutti i partiti si stanno battendo per i nostri diritti. Questo l'aggettivo usato dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin, durante una conferenza stampa alla Camera, per definire l'offerta avanzata da Amsterdam per la sede di Ema, oggi a Londra ma destinata a trasferirsi nella capitale olandese (alla quale è stata assegnata a seguito di una controversa procedura, conclusa da un sorteggio) per effetto della Brexit. "Chiediamo di attivare un tavolo politico con i 27 e soprattutto con l'Olanda - ha sottolineato -, anche per prevedere una compensazione".

Chi è James Taylor, ospite al Festival di Sanremo 2018?
E' un maestro nel descrivere situazioni specifiche, anche autobiografiche, in un modo che lo unisce alla gente di ogni luogo. Naturalmente, James Taylor presenterà al pubblico i brani del suo ultimo album Before This World , pubblicato tre anni fa.

"L'Ema avrà obbligo contrattuale per la sua sede finale solo sulla base di un'opinione positiva da parte dell'Autorità del budget" (compresi Consiglio e Parlamento europeo). "Ma il Comitato di gestione dell'Ema, a sorpresa, dopo una riunione straordinaria con le autorità olandesi, ha assicurato che la "soluzione temporanea" trovata dai Paesi Bassi garantisce la continuità operativa", smorzando così le dichiarazioni del direttore dell'agenzia Guido Rasi, che la settimana scorsa aveva definito la sede-ponte "non ottimale", tale da aggiungere "strati di complessità" al trasferimento e allungando i tempi per un ritorno ad un funzionamento regolare.

Share