Firenze, Patto per la Sicurezza: Parla il Ministro Minniti

Share

Un controllo del territorio che non lo possiamo fare se non lo si conosce. In Prefettura è prevista una cabina di regia tra le forze dell'ordine e il Comune e aumenteranno le telecamere in città.

"Sul fronte della lotta al degrado e alla criminalità - osserva Stella - finora Firenze è rimasta decisamente indietro". Per quanto riguarda le varie tipologie di illecito, Firenze è al quarto posto a livello nazionale per furti totali e negli esercizi commerciali.

"Noi oggi firmiamo un patto di nuova generazione". Questi i punti del patto chiamato "Patto Firenze sicura". "Senza questo provvedimento basilare ogni azione risulta inefficace ed anche l'aumento delle pattuglie nelle città rischia di non produrre risultati tangibili".

M5S: Di Maio in banca alla Camera
Potrebbe superare il milione di euro il 'buco' nelle restituzioni volontarie dei parlamentari del M5s sul conto del microcredito . Poco dopo la diffusione di questo servizio delle Iene , i due hanno annunciato che, se saranno eletti, si dimetteranno.

"Noi che rivendichiamo i valori antifascisti, diciamo con forza e determinazione che chi durante una manifestazione picchia un carabiniere non è un antifascista, ma un criminale", ha ribadito Renzi che ha espresso solidarietà "ai carabinieri, alla polizia, alle donne e agli uomini che combattono per la nostra sicurezza" e in particolare al brigadiere capo Luca Belvedere, aggredito durante gli scontri tra le forze dell'ordine e un gruppo di antagonisti a Piacenza. "Fratelli d'Italia al governo - conclude Donzelli - farà in modo che gli immigrati che delinquono in Italia vengano rimpatriati immediatamente e scontino la pena nel loro paese". E il sindaco è stato accontentato, con più agenti di polizia, più telecamere, più illuminazione.

Un esempio di collaborazione sono stati i 34 sgomberi di edifici occupati abusivamente "anche in regime più restrittivo dopo i fatti di Roma", ha detto Nardella, che ha chiesto un aggiornamento della legislazione nazionale perché vi sia "parallelismo" fra l'azione delle forze dell'ordine e "l'applicazione di adeguate sanzioni penali" per andare incontro alla percezione di insicurezza dei cittadini provocata dai cosiddetti reati di prossimità. Le parole "ordine", "sicurezza" e "degrado" sono utilizzati ogni giorno per alimentare la paura e l'odio, fanno sì che l'immigrato, il senza tetto, il mendicante, debbano essere sempre più emarginati e diventare dei mostri da combattere, e non una problema politico e sociale da affrontare.

IL DIBATTITOFIRENZE È il nodo centrale della campagna elettorale, la sicurezza.

Share