Giovane inglese violentata a Palermo, arrestato dopo mesi un pregiudicato 46enne

Share

La polizia ieri pomeriggio ha arrestato Francesco Cangemi, 33enne e Giovanni D'Anna ritenuti responsabili dei reati di rapina e violenza sessuale.

La ragazza, a piedi, era riuscita a raggiungere l'autostrada e solo dopo avere percorso più di un chilometro aveva trovato soccorso. Secondo l'accusa, nel maggio del 2017 avrebbe violentato una giovane inglese di 20 anni, residente da alcuni mesi a Palermo. In quel frangente, però, si è fermato un uomo che non era tassista, e secondo le indagini della squadra mobile di Palermo, si trattava proprio di Biuso. La ragazza fu soccorsa all'alba da una guardia giurata che la vide rannicchiata sotto il ponte di via Giafar.

Embraco ci sfotte. Il ministro: "Gentaglia"
Embraco ha detto no alla ipotesi di mettere in Cigs i circa 500 lavoratori dello stabilimento di Riva di Chieri . La risposta di Embraco è stata negativa.

La 21 enne inglese era a Palermo da qualche mese per un progetto universitario di insegnamento. Per risalire al violentatore gli agenti della squadra mobile hanno indagato in maniera capillare acquisendo i filmati dei sistemi di videosorveglianza di via Roma, piazza Sant'Anna e corso Vittorio Emanuele. L'automobilista, dopo aver visto la donna sola ha fatto retromarcia. Dopo un po', un uomo sulla cinquantina le ha offerto un passaggio e lei, pensando si trattasse di un taxi, decise di salire in auto. Determinante è stato anche il ruolo del Gabinetto Provinciale della Polizia Scientifica che attraverso gli operatori del laboratorio di biologia ha individuato sui vestiti della donna il profilo genetico dell'aggressore e lo ha confrontato con quello estratto dai reperti che con grande abilità sono stati acquisiti dal personale della squadra mobile, identificando l'autore del grave reato nell'arrestato.

Share