I detergenti per la casa? Nocivi come 20 pacchetti di sigarette l'anno

Share

I prodotti spray per le pulizie, che molti usano quotidianamente, sarebbero nocivi per la nostra salute: secondo un nuovo studio, il danno sarebbe equiparabile a quello inferto da venti sigarette fumate al giorno. E poiché nessuno studio dimostra che i polmoni delle donne sono più fragili, la spiegazione risiede nella iniqua condivisione delle faccende domestiche.

Il team di ricerca ha analizzato i dati di 6.235 partecipanti a un sondaggio denominato European Community Respiratory Health Survey. Tutti i partecipanti avevano un'età media di circa 34 anni quando è iniziata l'indagine, e sono stati seguiti per più di vent'anni. Le mucose delle vie respiratorie influenzano la funzione polmonare che, nelle donne, era meno efficace rispetto a quella degli uomini. Confrontando le donne che non facevano pulizie con coloro che le facevano con regolarità (e considerando anche altri fattori come eventuale vizio del fumo, l'indice di massa corporea e l'educazione), il volume espiratorio forzato a un secondo (Fev1), cioè la quantità di aria che si può espirare forzatamente in un secondo, era ridotto di 3,6 millilitri (ml)/anno più velocemente nelle donne che si dedicavano alle pulizie di casa e di 3,9 ml/anno più velocemente nelle addette alle pulizie. "Mantenere le nostre case ben ventilate, utilizzando detergenti liquidi anziché spray e controllando che le nostre cucine e le stufe siano in buone condizioni di funzionamento, ci aiuterà a proteggerci e ad impedire che i prodotti quotidiani impattino sui nostri polmoni" ha affermato Sarah MacFadyen, della British Lung Foundation. Respirare le sostanze chimiche dei prodotti causano danni ai polmoni che possono essere paragonati a 20 sigarette al giorno per 20 anni, per arrivare a questa conclusione gli scienziati hanno osservato i polmoni delle donne e quelli degli uomini.

Barcellona, la Guardia Civil perquisisce il jet di Guardiola
Moglie e figli del tecnico iberico si sono così allontanati per consentire alle guardie di portare a termine l'operazione. L'ispezione di ieri è invece avvenuta presso lo scalo di El Prat di Barcellona .

Se è vero che lo studio ha alcuni limiti, tra i quali il fatto che la popolazione presa a campione includeva pochissime donne che non pulivano a casa o non facevano questo per lavoro, è altresì vero che i risultati emersi risultano allarmanti e vanno presi seriamente.

In ogni caso, "il messaggio da portare a casa è che a lungo andare le sostanze chimiche molto probabilmente causano un danno piuttosto consistente ai polmoni", conclude Øistein Svanes.

Share