Inter-Bologna, stoccata di Spalletti a Brozovic

Share

Nemmeno Spalletti riesce a placare l'animo del centrocampista, ormai la frittata è fatta e non resta che dare spiegazioni al termine dell'incontro, dell'ennesimo episodio di stizza nei confronti di un cambio approvato dal pubblico. "Sia l'allenatore che la società devono fare regole chiare e chi non le rispetta si autoesclude". Chi non le rispetta si autoesclude, non è che lo punisco io. "Ma non l'ho visto come un gesto irrispettoso, era nervosetto".

Al momento del suo ingresso in campo, San Siro si è esibito in una scarica di fischi non indifferente.

Macerata,Renzi:atto razzismo devastante
Punto - ribadisce il segretario dem - Vogliamo essere il primo partito, vogliamo essere il primo gruppo parlamentare". Secondo Matteo Renzi "non ci sono" mandanti morali per i fatti di Macerata . "Noi vogliamo arrivare primi.

Dopo le rate, il classe '98 nato in Costa d'Avorio ha festeggiato portandosi la mano sul volto, un'esultanza che nel dopo partita ha spiegato così: "E' una citazione di 'Mask off', la mia canzone preferita". Ma nel giorno della resurrezione esplode il "caso Brozovic". Se consideriamo poi l'intera squadra fischiata dopo prestazioni drammatiche possiamo con fierezza annotare un comportamento esemplare da parte dei giocatori del Milan, consapevoli del fatto che i tifosi in quel momento avevano ragione.

Chi sale e chi scende in casa Inter: la partita di campionato contro il Bologna ha consacrato il talento del giovane Karamoh, match winner per i nerazzurri con un bel gol dalla distanza. Spalletti dovrà lavorare per compattatre nuovamente lo spoagliatoio nerazzurro. C'è ancora molto tempo e molte gare fino a quella data ma l'aria sembra essere decisamente buona.

Share