La camorra torna a sparare, duplice omicidio a Miano

Share

Le due vittime, secondo le prime indiscrezioni, sarebbero degli ex affiliati al clan Russo, transitati nel clan Nappello. Sul posto sono giunti i carabinieri della Compagni Vomero e i mezzi di soccorso del 118. Toccherà a loro ricostruire la dinamica dell'agguato e condurre le indagini per risalire all'identità dei killer. Biagio Palumbo (53 anni) e Antonio Mele (57 anni) si trovavano a bordo di un'auto, una Peugeot, quando sono finiti nel mirino dei criminali che hanno esploso colpi d'arma da fuoco.

Belen Rodriguez sostiene Francesco Monte sul caso marijuana all'Isola dei famosi
Monte ritiene tutte le accuse infondate e ha intenzione di difendersi in tribunale da quella che lui definisce gogna. Come ho già scritto, chi si aspetta da me un gioco al massacro con proclami e controaccuse rimarrà deluso.

Palumbo fu arrestato nel 2003 poichè doveva espiare otto anni di carcere. Il suo nome compare in un'intercettazione ambientale tra Salvatore Lo Russo, Raffaele Perfetto ed Oscar Pecorelli. I sicari hanno affiancato i due che erano in auto. Mele era sorvegliato speciale ed aveva precedenti di vario tipo mentre a Palumbo erano stati contestati piccoli precedenti. Il primo quello di un falso omicidio costruito come un film. La madre di una delle due vittime è stata colta da un malore una volta scesa in strada, ma per fortuna non è stato necessario nessun intervento di rianimazione.

Share