Lazio, Tare su Felipe Anderson: "Nessuna cessione, deve solo crescere"

Share

Felipe Anderson è fuori discussione per qualità, ha dato tanto ma deve crescere in alcune cose fondamentali per una squadra. "Il modulo? Sarà sempre lo stesso che ci ha dato risultati incredibili". Sa cosa deve fare, quando lo farà tornerà a essere il giocatore che ci farà vincere le partite.

Ha visto la tensione giusta nello spogliatoio? Abbiamo vinto le prime due contro Chievo e Udinese, abbiamo perso a Milano per un gol di mano, poi abbiamo pareggiato in Coppa Italia e perso con il Genoa. Ora, da qui a dire che siamo in crisi ce ne passa. Nulla è perduto, siamo in una buona posizione di classifica e dobbiamo essere bravi a ripartire con una buona prova giovedì in Europa League. Domani dovremo fare una partita sopra le righe. Anche se in quest'ultimo caso l'affare sarebbe molto più complicato in quanto le disponibilità economiche dei club brasiliani sono limitate e ovviamente non potrebbero permettersi un acquisto del cartellino a titolo definitivo.

Sfavoriti. "E' il rischio che si corre".

Concentrazione però alla sfida contro gli uomini di Sarri, la Lazio cercherà di rialzare immediatamente la testa: "Nessuno avrebbe scommesso sul nostro terzo posto - ha dichiarato l'allenatore - si sono alzate le aspettative". Poi hanno saputo soffrire e sono stati più squadra di noi, sapendoci colpire quando si doveva. "La squadra sa dell'importanza del match di domani, cercheremo di giocare nel migliore dei modi". All'andata poteva andare in un altro modo e domani spero di avere tutti al 150%.

Ft: Ue bloccherà Londradal mercato unico se violeràlegislazione di transizione
Uscire dall'unione doganale e dal mercato unico, oltre che dall'Ue, significherà inevitabilmente veder sorgere "barriere" commerciali a cavallo della Manica.

"Aveva un leggero affaticamento, è stato risparmiato stamattina, sarà convocato. Resterà a Roma Pedro Neto, che giocherà con la Primavera".

Uno stimolo in più la gara d'andata?

"L'abbiamo analizzata, il primo tempo fu ottimo e chiudemmo in vantaggio, poi gli infortuni e gli spostamenti forzati, col pari subito su palla inattiva, la gara cambiò".

Share