Macerata, interrogati nigeriani in relazione alla morte di Pamela: nessun fermo

Share

Uno stava scappando verso la Svizzera ed è stato bloccato a Milano. I militari hanno individuato l'uomo su indicazione dei colleghi di Macerata.

Un nigeriano sarebbe stato fermato a Milano in relazione alla morte di Pamela Mastropietro. Sono stati individuati altri due nigeriani che potrebbero aver preso parte all'omicidio della giovane.

Gli inquirenti, anche sulla base della autopsia eseguita, sono convinti che lo smembramento del cadavere non possa essere stato eseguito da una sola persona.

Cinquanta Sfumature di Rosso: recensione del capitolo finale della trilogia
Questo potrebbe essere il riassunto della saga soft erotica che, almeno su carta, si è rivelata la più redditizia di sempre. Cinquanta Sfumature di Rosso inizia con una serie di inquadrature dove l'unico colore che vige è il bianco .

Al momento, precisa la Procura, non ci sono fermi. I carabinieri, che vagliano la posizione anche di altre persone, stanno interrogando i sospetti per capirne gli spostamenti, la posizione nelle ore in cui Pamela è morta o è stata uccisa e verificarne così l'alibi.

"Sono in corso e si protrarranno per l'intera giornata audizioni a chiarimenti di più soggetti di nazionalità nigeriana" in merito alla barbara uccisione di Pamela Mastropietro a Macerata.

Share