Meteo, arrivano freddo e neve anche in Calabria

Share

Valutata per mercoledì 14 allerta gialla per rischio idrogeologico su Basilicata, Calabria, Puglia meridionale, sul versante tirrenico centro-orientale della Sicilia.

Tuttavia il mese di febbraio pare contrassegnato da una decisa dinamicità meteorologica e potrebbe essere quindi probabile un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche intorno all'inizio della terza decade del mese di febbraio, quando sembra auspicabile un coinvolgimento più deciso anche di correnti fredde di origine artico-continentale.

Ancora maltempo sull'Italia, con nevicate a bassa quota sul Nord-Ovest e temporali al Centro-Sud. "La sala operativa permanente - spiega la Regione Lazio - ha diffuso l'allertamento del sistema di Protezione civile Regionale e invitato le diverse strutture ad adottare tutti gli adempimenti di competenza". Neve diffusa invece su tutto l'Appennino emiliano-romagnolo sopra i 100 metri. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettriche e forti raffiche di vento.

Temperature: massime in diminuzione, localmente sensibile, sulla Pianura Padano-Veneta ed in generale aumento, sensibile nei valori serali, sulle regioni meridionali e su Lazio, Abruzzo e Molise.

Daria Bignardi ha lottato contro il cancro: oggi compie 57 anni
Non ho rimosso niente, ma ho elaborato tutto anche scrivendo questo libro . Ho superato una malattia seria, ma al tempo stesso molto comune .

Almeno fino a metà della prossima settimana, comunque, una circolazione di bassa pressione provocherà tempo variabile e perturbato.

Gelate notturne a quote generalmente superiori ai 500-600 metri. Possibilità di foschie dense e/o banchi di nebbia nelle valli in particolare nella zona del Matese. Ampie aree di cielo sereno al Centro e sul Nord-Est. Giovedì ultimi rovesci all'estremo Sud nevosi a bassa quota, ma in esaurimento, stabile e in prevalenza soleggiato altrove. La neve cadrà anche tra Toscana e Marche fino a 400-500 metri di quota e a notte fonda, fino all'alba, anche in pianura tra Romagna e Marche.

Il passaggio della perturbazione sarà accompagnata da venti forti, di Bora sul Triestino, di Libeccio e Scirocco al Centro Sud.

Antonio Sanò, in anteprima assoluta, annuncia il possibile arrivo di aria gelida dalla Russia dopo il 20-22 Febbraio. Secondo gli esperti di 3bmeteo.com -"Il mese di febbraio dovrebbe presentarsi decisamente più invernale di quello precedente su diverse Nazioni d'Europa".

Share