Milan, Fassone crede nella Champions e blinda Gattuso: "Ce lo teniamo stretto"

Share

"Con Rino c'è un accordo ma in questo momento per ragioni scaramantiche non vogliamo parlare di futuro e concentrarci sulla Lazio e poi sull'Inter". Inoltre l'Ad ha reso omaggio "all'intelligenza di Mirabelli nello spingermi a sostituire Montella con Gattuso, a prenderci questo rischio calcolato". Li ha un modo di gestire diverso da noi italiani: incrocio le dita e spero che si vada avanti così. Ma ancor più sorprendente è la velocità con cui Gattuso ha saputo dare un'identità alla squadra, creare un gruppo, motivarli.

Marco Fassone vuole godersi il gran momento del Milan, in gran rimonta in campionato e chiamato mercoledi' a tentare l'assalto alla finale di Coppa Italia. Lo scopriremo entro 72 ore. E' il futuro del CALCIO italiano, a 19 anni ha gia' 100 partite alle spalle. La Champions? Bisogna crederci perché nel calcio non bisogna mai dire mai e le distanze si sono riavvicinate. Ci ha dimostrato di essere un allenatore di talento e di avere le caratteristiche da grande tecnico. Intervenuto a Radio Rai Uno nel corso di Radio Anch'Io lo Sport, all'indomani del meritatissimo successo dei suoi ragazzi contro la Roma, l'ad di via Aldo Rossi ha fatto chiarezza sul futuro del club, dalla panchina al mercato, passando inevitabilmente alla rincorsa Champions che tanto sta appassionando la tifoseria. "Deve esserci la prudenza del manager e l'entusiamo della squadra nel continuare ad inseguire un obiettivo che sembrava impossibile fino a poco tempo fa". Per quel che vedo io, vado avanti in una gestionemanageriale corretta e non mi manca il supporto.

Spari contro troupe "Striscia" allo Zen
Poco dopo la portiera è stata perforata da un colpo di arma da fuoco, sembra di calibro 12 (lo sta esaminando la polizia ). Per alcuni autisti dell'Amat nelle scorse settimane un mezzo era stato colpito da pietre e anche da una carabina.

Cutrone, a segno anche ieri, resta l'uomo copertina del Milan, ma non c'è dubbio che ci sia la mano di Gennaro Gattuso dietro questa, per certi versi incredibile, metamorfosi rossonera. "Obiettivi? Non voglio sognare troppo".

Share