Processo Maccalube: condannati Fontana e Gucciardo

Share

Si tratta di Domenico Fontana, all'epoca dei fatti presidente regionale di Legambiente, del funzionario regionale Francesco Gendusa e dell'operatore del sito Daniele Gucciardo. Sono passati ormai più di tre anni da quella che fu ribattezzata dai media come la "strage delle Maccalube", quando a perdere la vita - travolti da un'ondata di fango mentre insieme al padre stavano facendo una passeggiata lungo il sito aragonese - furono i fratellini Carmelo e Laura Mulone. I due sono stati inoltre interdetti dai pubblici uffici e dovranno risarcire la famiglia con 600 mila euro per ciascuna parte civile. L'accusa aveva chiesto pene rispettivamente per otto, cinque e sei anni e otto mesi.

Treno Frecciabianca deraglia a Roma Termini: nessun ferito ma disagi
"Nella stazione Roma Termini ", informa Rfi, "il traffico ferroviario sta registrando dalle 10.30 modifiche e rallentamenti fino a 30 minuti sulle linee Roma - Civitavecchia e Roma - Cassino".

"La tragedia che si e' consumata nella riserva delle Macalube ha segnato per sempre Legambiente". Siamo vicini ai familiari delle due giovanissime vittime. "Fiduciosi nell'operato della magistratura, aspettiamo di conoscere le motivazioni della sentenza del Tribunale di Agrigento per impugnarle nelle forme previste dalla legge, convinti che nel giudizio di appello sara' dimostrata l'obiettiva inevitabilita' di questo dramma e, quindi, l'assenza di responsabilita' da imputare alla nostra associazione e ai nostri dirigenti". "Questa sentenza, infine, impone una riflessione approfondita sul modello di gestione nel nostro Paese di aree protette, caratterizzate da potenziali eventi naturali imprevedibili".

Share