Roma, la resa di Di Francesco: "Difficile arrivare sopra il terzo posto"

Share

I giallorossi partono col favore del pronostico ma si trovano a dover affrontare l'emergenza a centrocampo viste le assenze degli squalificati Pellegrini e Nainggolan e dell'infortunato Gonalons; di fatto a disposizione c'è il solo Strootman con De Rossi che dovrebbe recuperare ma solo per la panchina.

"Domani lì giocherà uno tra Defrel, che l'ha fatto a Sassuolo, o Perotti". L'ultima in classifica non viene praticamente mai nominata, Di Francesco è concentrato sulla sua Roma che deve essere "sempre a trazione anteriore ma ricercare l'equilibrio di squadra" ed avere un unico obiettivo: "La qualificazione in Champions". Sicuramente De Rossi non ci sarà dal primo minuto, valuto soprattutto a partita in corso che potrebbe essere una soluzione in più.

E' il momento che Gerson faccia il salto di qualità?

Eusebio Di Francesco 'lancia' Gerson dal 1′: "Lui è un giocatore offensivo: deve essere meno innamorato della palla". È cresciuto come continuità fisica e nello stare in partita. "Sicuramente lui sarà della partita domani". Comunque siamo una squadra che crea gioco e ha una sua identità. Solo che Bruno è visto in un modo e Radja in un altro. Dobbiamo trovare la cattiveria e la determinazione sotto porta. Io conosco solo un modo: parlare e cercare di liberare psicologicamente questi ragazzi. Ünder, ad esempio, dopo il gol si è sbloccato. Mi auguro che anche un gol fortunoso possa aiutare questi ragazzi.

Visto il periodo Under è una ipotesi come mezzala? E' stato un episodio gestito come quello di Nainggolan, la differenza è che sono visti in maniera diversa. Under è un attaccante e non dobbiamo inventarci altro. Non ha le caratteristiche per fare la mezzala. Se la Roma centrasse la Champions, lei riterrebbe di aver centrato l'obiettivo? Chiedetemelo quando la raggiungo. La Champions era uno degli obiettivi primari da raggiungere quest'anno, poi abbiamo anche la Champions che stiamo giocando e dobbiamo fare sempre del nostro meglio. Bisogna lavorare sulla testa dei giocatori, è fondamentale sbloccarsi e guardate Cengiz, questa settimana ha segnato da tutte le posizioni. Oggi parlare di qualcosa in più del terzo posto è difficile per il distacco che si è creato e per le difficoltà che abbiamo avuto a chiudere determinate partite. Lo stesso discorso c'era prima del Verona, anche con gli scontri diretti possono tornare tutti in gioco.

Difficilmente Gonalons recupererà per l'andata con lo Shaktar. Dzeko è al massimo fisicamente? "E abbiamo bisogno dei gol di Dzeko".

Sanremo 2018, ascolti terza serata 8 febbraio Foto
Il regolamento, infatti, consente l'utilizzo di stralci di canzoni già edite purché inferiori al 33% del tempo totale del pezzo. La seconda parte - dalle 23.57 all'1.07 - è stata seguita da 5 milioni 867 mila spettatori, con il 52.8 di share.

In un eventuale 4-2-3-1 Defrel potrebbe giocare dietro la punta?

Sì, l'ha fatto in altre occasioni con me.

E' ipotizzabile un utilizzo di Fazio nel ruolo di playmaker data la carenza di centrocampisti?

Ha giocato in quel ruolo a Siviglia? Quanti anni fa? 10? "Mi volete far sbagliare per forza? Non si deve fermare, spero giochi ad alti livelli". Lo voglio vedere convinto: "puo' dare di piu' sia in fase difensiva che nella fase propositiva", ha aggiunto Di Francesco. "Fazio sta bene dove sta, in difesa".

Nel 4-2-3-1 vede Perotti come trequartista o solamente come esterno? . "Ma ricordiamo anche che abbiamo un ottavo di finale da giocare". Sa fare l'uno contro uno, dovrà essere bravo a smarcarsi tra le linee.

Domani Bruno Peres non ci sarà, c'è un problema di atteggiamenti nella Roma? Abbiamo scelto di escluderlo dalla sfida di domenica e di multarlo, per crescere e dare mentalità serve tempo.

Share