Sant'Alessio. Terremoto di magnitudo 3.7: trema lo Stretto di Messina

Share

"Credo che questa giornata sia molto importante in termini di cultura della prevenzione", ha affermato il prefetto Michele di Bari che questa mattina, assieme al direttore dell'Asp Giacomino Brancati, ha illustrato i contenuti e l'organizzazione del Rapporto. Al momento non risultano danni a persone e cose. La prima alle ore 1:47 nella regione sicilia, di magnitudo 2.2 con epicentro individuato in mare a 9 km dalla città di Oliveri, Messina. Sempre in questa zona è stata registrato registrato un secondo sisma alle 2.10 di magnitudo 2.3 di epicentro registrato in mare alla profondità di 12 km ed ipocentro a 7 km.

Calciomercato Napoli, Sarri 'apre' all'arrivo di uno svincolato
Albiol o gioca giovedì o domenica, non siamo tanti in questo momento e giovedì non avremo nemmeno machach e mertens squalificati. "Il risultato è stato negativo, abbiamo perso una gara importante nonostante un ottimo primo tempo di gioco".

In provincia di Reggio Calabria, nel triennio 2010-2012, sono stati diagnosticati 8.155 nuovi casi di tumore maligno, con un incidenza del 55,2% per i maschi e del 44,8% per le donne. La notte di paura ha interessato soprattutto i comuni situati nel raggio di 20 km dall'epicentro del sisma, ovvero: Sant'Alessio in Aspromonte (RC), Laganadi (RC), San Roberto (RC), Calanna (RC), Santo Stefano in Aspromonte (RC), Fiumara (RC), Scilla (RC), Campo Calabro (RC), Bagnara Calabra (RC), Villa San Giovanni (RC), Sant'Eufemia d'Aspromonte (RC), Cardeto (RC), Sinopoli (RC), Reggio Calabria (RC), Delianuova (RC), San Procopio (RC), Melicuccà (RC), Scido (RC), Cosoleto (RC), Messina (ME), Seminara (RC), Bagaladi (RC), Santa Cristina d'Aspromonte (RC) e Palmi (RC). L'ipocentro del sisma maggiore era a 19 km di profondità.

Share