Sequestrano il carro funebre durante il funerale, con tanto di salma

Share

Genova - Un carro funebre che stava trasportando un defunto al cimitero è stato sequestrato e costretto a restare bloccato sino al pagamento delle sanzioni e dell'assicurazione. Così, il carro funebre con la salma a bordo è rimasto nel parcheggio della chiesa di Santa Zita, a Genova, dalle 10 alle 24.

Si è così scoperto che il mezzo per le onoranze funebri aveva l'assicurazione scaduta già da qualche giorno e che il mezzo elettronico della polizia locale, dotato di un sistema di lettura e analisi delle targhe, aveva riscontrato la situazione richiedendo un immediato intervento. Al termine delle esequie - ha spiegato all'Adnkronos il parroco, don Massimiliano Moretti - è entrato un vigile e ci è stata chiesta la possibilità di lasciare il mezzo parcheggiato nel posteggio limitrofo alla chiesa. Gli agenti si sono fermati e hanno proceduto al sequestro.

Inter-Bologna, Donadoni: "Icardi? Non sono preoccupato"
Se mi chiedete di Destro , io gli dico sempre che il suo è un problema di convinzione: non è il fare, ma il come farlo. L'obiettivo salvezza sembra ormai raggiunto per gli uomini di Donadoni , ma nulla deve esser dato per scontato.

Unica via di uscita è stato pagare le multe e l'assicurazione.

Il conducente del carro funebre ha cercato tra le agenzie della cttà una che potesse, al posto suo, trasportare la salma fino a destinazione, un cimitero di Macerata, ma nessuna, in quel momento, si è resa disponibile, probabilmente perché un viaggio tanto lungo deve essere preventivato.

Share