Stupri di Rimini: 9 anni e 8 mesi ai tre minori

Share

Nove anni e otto mesi, in rito abbreviato, la pena stabilita dal gup del Tribunale per i minorenni di Bologna I tre sono i complici di Guerlin Butungu, congolese 20enne considerato il capo del gruppo, già condannato a 16 anni.

I tre giovani sono stati giudicati responsabili di tutti gli otto capi di imputazione contestati loro: tra questi, lo stupro a una turista polacca, le botte a un connazionale, la seconda violenza sessuale ai danni di una prostituta trans peruviana e anche un'aggressione a un'altra coppia, nei giorni precedenti.

La decisione del gup Luigi Martello arriva dopo meno di un'ora di camera di consiglio. "La medesima violenza è invece stata conteggiata più volte".

Commissione parlamentare, cittadini a rischio uranio a causa attività Forze Armate
Ma anche gli interventi della magistratura penale " non appaiono sistematici " e per questo "nell'amministrazione della Difesa continua a diffondersi un deleterio senso d'impunità".

L'accusa aveva chiesto 12 anni.

"Leggeremo le motivazioni della sentenza e poi sicuramente faremo appello, però credo sarà difficile ottenere un risultato migliore", ha detto al termine del processo presso il Tribunale minorile di Bologna l'avvocato Marco Defendini, legale dei due fratelli marocchini di 15 e 17 anni.

Questa mattina, prima dell'udienza, i difensori avevano spiegato che i tre minori erano pentiti e confidavano nella clemenza del giudice nella determinazione della pena anche se, consapevoli delle loro responsabilità, si attendevano comunque una sentenza esemplare. Per quanto riguarda il 16enne nigeriano, l'avvocato Alessandro Gazzea aveva sottolineato che il suo assistito "è pentito" ricordando che "ha confessato fin dal momento del fermo quanto accaduto" e per questo sa "di doverne pagare le conseguenze".

Share