Torre del Greco, aveva stampato 41 milioni di euro. Arrestato falsario

Share

Le successive indagini comportavano l'uso di rilievi fotografici e video sul posto e conducevano il personale dell'Ufficio Denunce e delle Volanti del Commissariato di Gaeta a identificare l'uomo: R.M, residente in Napoli, pluripregiudicato per reati analoghi, il quale veniva segnalato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cassino.

Un fiume vero e proprio di denaro falso quello sequestrato dai carabinieri a Torre del Greco, nel napoletano: quarantuno milioni di euro, tutti suddividi in pacchi di banconote false da cento e cinquanta euro. L'accusa è di detenzione di banconote false e per detenzione di strumenti destinati alla falsificazione.

I militari dell'arma hanno conteggiato banconote da 100 e 50 false per un totale di 41 milioni di euro.

"CasaPound vada via" cinque carabinieri feriti
L'episodio ha puntualmente destato grandi polemiche, a partire da quelle di Giorgia Meloni: "Vergogna. Risultato: 5 carabinieri feriti, uno dei quali fratturato a una spalla.

Sempre all'interno dei barili sono stati trovati i cliché, finiti anch'essi sotto sequestro. A Torre del Greco per l'esattezza dove sono stati rinvenuti in un capanno alcuni bidoni pieni di banconote da 100 e 50 euro, confezionati in pacchi.

Nei bidoni anche i cliché: uno per le banconote da 50€ e 2 per l'applicazioni dei contrassegni sulle stesse.

Su 23 fogli, inoltre, c'erano impresse le stampe di prova. Secondo quanto si è appreso, ci sono voluti sei Carabinieri e cinque ore di tempo per contare tutte le banconote. L'arrestato è stato portato a Poggioreale.

Share