Totti si sfoga: "Oggi varrei 200 mln. Spalletti? Mi ha gestito male"

Share

Non c'è mai stato un rapporto idilliaco con Spalletti... chi potrebbe affermare il contrario? Fossi stato nei suoi panni avrei gestito sia il giocatore ma soprattutto la persona in modo diverso, avrei cercato almeno di parlargli. La leggenda giallorossa ha rilasciato una lunga intervista a Sky Sport, per una puntata speciale de "I Signori del Calcio". "Ma il club dà il budget ed è così che si affronta il mercato". Una dichiarazione d'amore che gli è costata però anche qualche rinuncia, come ad esempio non riuscire a vincere il Pallone d'Oro. "In ogni caso sono riuscito a gestire il passaggio da calciatore a dirigente anche se sono nato in campo e morirò in campo!". "È una delle cose che mi è mancata personalmente".

Si passa quindi al Pallone d'Oro, trofeo individuale che manca nella bacheca di Totti: "Giocando con la Roma sapevo di avere meno possibilità rispetto ad altri giocatori che giocavano con Real Madrid, Juventus, Milan: è una cosa di cui sento la mancanza. Io con la Roma ho vinto Scudetto, Supercoppa Italiana e Coppa Italia, percio' non ero in grado di poter combattere con altri giocatori".

Un altro Totti? Non lo vede parlando del calcio di oggi e delle scelte delle società. Oggi conta il business. Prima si pensava più al giovane promettente che andando a scoprire un giovane brasiliano, argentino, sudamericano, qualsiasi altro paese nel mondo, la vivevi diversamente.

De Zerbi: "Salvezza? Nulla è impossibile, abbiamo ancora speranze. Adesso…"
Una settimana tranquilla per noi ci non sarà mai, e non la voglio neanche tale. " Ottima persona e bravissimo allenatore ". Che vuoi fare? Mi resta il rammarico perché potevamo gestire meglio quei minuti iniziali.

Il discorso si fa poi più ampio: "E' ovvio che comprerei i giocatori più forti al mondo, servono campioni per vincere". Questo l'ho sempre detto e lo diro' sempre. Però poi non sono io a cacciare i soldi, è il presidente, è il presidente che decide, il presidente metterà un budget e in base a quel budget dovrà essere bravo a costruire una squadra. "Io costerei 200 milioni".

L'accusa, da parte di Totti, è di una gestione indifferente, senza l'interesse nel cercare un confronto per chiarire una situazione che ha portato a uno scontro tra le parti diventato dibattito quotidiano nella Capitale e non solo. In questo mercato pazzo?

Share