Ubisoft censura la nudità delle statue in Assassin's Creed Origins

Share

Va detto, inoltre, che la modalità Discovery Tour è disponibile per l'acquisto in formato standalone, e che il rating riferito all'età consigliata è decisamente più basso rispetto a quello del gioco completo: negli Stati Uniti, difatti, Discovery Tour ha un rating E (Everyone), mentre ad Assassin's Creed Origins è stata assegnata una M (Mature).

Sembra, infatti, che Ubisoft abbia deciso di "censurare" le nudità di alcune statue egiziane, nascondendole appositamente con delle conchiglie.

Cosa ne pensate? Vale la pena una seconda run per venire in possesso di quest'armatura? La decisione è stata condivisa da Ubisoft in risposta alla redazione di Polygon, che chiedeva chiarimenti sulla controversa decisione.

Don Matteo 11: Anticipazioni sesta puntata stasera, giovedì 22 febbraio
Anna deve intrufolarsi tra i concorrenti per scoprire il colpevole e per farlo sfodererà tutta la sua femminilità. Per rincorrere il proprio obiettivo Francesca è disposta a tutto persino a fare del male alle persone più care.

Ma Assassin's Creed può anche vantare, dal secondo episodio in poi, anche un vasto open world che, con il passare delle generazioni hardware si è ingrandito sempre di più grazie alle maggiori risorse contenute nei sistemi current gen e PC. In questo specifico caso, sarebbe stato meglio probabilmente chiedere un'eccezione da parte dello stesso ente ESRB, così da coniugare i contenuti di Assassin's Creed Origins agli intenti educativi.

In Discovery Tour si potranno quindi esplorare le meraviglie dell'Antico Egitto senza incappare in elementi non adatti al nuovo target.

Per ottenerla, fortunatamente, si dovrà portare a termine semplicemente la campagna principale, e non tutte le quest secondarie sparse per il mondo di gioco.

Share