Allegri: "Dobbiamo fare i complimenti a tutti"

Share

Al fischio finale lui scappa negli spogliatoi, quasi sempre con il sorriso, perché Massimiliano Allegri vine quasi sempre. Quando c'è da soffrire ci siamo sempre. Allegri, dunque, fa il tifo per Conte nonostante l'1-1 dell'andata sul campo del Chelsea... Ma siamo in Champions League: quante volte gli episodi sono andati storti alla Juventus? "L'unica squadra che non voglio è il Barcellona, perché ogni anno Barcellona, Barcellona, Barcellona: ora basta" ha detto ad una tv norvegese in un inglese non proprio perfetto ma abbastanza chiaro. Ma la squadra è stata paziente, ha aspettato il momento buono e poi in dieci minuti ha ribaltato la gara.

Читайте также: L'allarme della commissione Ue: "L'Italia cresce molto sotto la media europea"

Asamoah è sottovalutato mentre Lichtsteiner ha fatto l'assist per Khedira sul gol di Higuaín. Le vittorie conquistate soffrendo, attraversando momenti complicati nel corso della partita, senza però mollare neanche per un secondo, sono quelle più belle, quelle che segnano la differenza tra una buona squadra ed una grande. Ma sapevamo che le opportunità sarebbero arrivate e siamo stati bravi a sfruttarle. Le partite le vincono i giocatori, io a volte faccio qualche danno e tento di rimediare. E quando, come nei casi di Bonucci e Dani Alves, le divergenze erano diventate solchi troppo profondi, ha prima portato la nave in porto, ovvero al successo, e poi ha salutato i ribelli senza rimpianti. Senza dubbio Allegri fa parte di quest'ultima schiera ed è il motivo per il quale sta affrontando il quarto anno in bianconero con risultati semplicementi straordinari. "Siamo capaci di tutto", il primo commento di Barzagli alla vittoria di Wembley suona come un auspicio anche per il prosieguo dell'avventura in Champions.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2018 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share