Allegri è sicuro: "Non voglio affrontare questa squadra ai quarti"

Share

Al termine dell'eccezionale vittoria della Juventus contro il Tottenham ha parlato a Premium Sport il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri. Cambiando sulle due fasce in un momento in cui la Juventus doveva attaccare e non pensare più di tanto a difendersi, Max ha liberato da compiti difensivi Alex Sandro, aumentando dunque la mole di gioco offensiva, e messo un terzino di razza sulla destra.

Fin dai giorni che hanno preceduto il match, i favori del pronostico erano tutti dalla parte degli Spurs, e così in parte è stato. "Ieri hanno vinto una gara spettacolare col PSG, ci tenevo a dirlo". Per quanto riguarda noi possiamo ancora migliorare, dobbiamo avere più pazienza. Da qui alla sosta abbiamo la possibilità di dare una bella impronta al campionato.

I catalani però non sono ancora sicuri de quarti, in quanto devono ancora affrontare il ritorno in casa contro il Chelsea: l'andata era terminata 1-1, con Messi che aveva risposto al goal di Willian. Io dal primo anno alla Juventus dico che l'ambizione è arrivare in fondo sapendo che ci sono squadre importanti. "Real e Barça sono favorite per vincere la coppa assieme al Bayern anche se questo non vuol dire che noi non abbiamo l'ambizione di vincerla". Higuain era fermo da un po', Dybala è rientrato sabato. "Dovevamo essere più equilibrati e più corti, ma dopotutto ci sono anche gli avversari e le partite hanno diversi momenti". Difficoltà già conosciute prima - come nel derby e poi a Roma con la Lazio - con una serie di infortunati da far invidia al San Raffaele e una lunga lista di calciatori ben distanti da una buona forma fisica. "Siamo capaci di tutto", il primo commento di Barzagli alla vittoria di Wembley suona come un auspicio anche per il prosieguo dell'avventura in Champions.

PSG: contatto con Conte, ride Mancini
Oltra ai nomi di Conte e Mourinho , ci sarebbe anche un allenatore del massimo campionato italiano. Conte sarebbe uno dei preferiti dalla dirigenza francese.

ASTORI - "A riguardo sono state dette tante cose, ma credo che il silenzio sia la cosa migliore".

"La Juve ha giocato nove finali nella sua storia, non è diventata grande in Europa da tre anni".

Share